Architecture

MAIDAN TENT

Mag 18, 2017 admin

UN LUOGO MULTIFUNZIONALE, VERSATILE E SICURO, DOVE TROVARE RIFUGIO E RISCALDARE IL CUORE

Maidan Tent (maidan in arabo significa piazza), è un progetto di architettura umanitaria sviluppato da due giovani progettisti italiani molto attivi a livello internazionale (Bonaventura Visconti di Modrone e Leo Bettini Oberkalmsteiner), supportati da un team di professionisti volontari, tra cui uno psichiatra, un fotografo, un graphic designer e una giornalista. Pensato per i richiedenti asilo del campo profughi di Ritsona, in Grecia, il progetto si pone come uno spazio pubblico coperto multifunzionale che potrà ospitare fino a 100 persone. Esso fornirà a coloro che fuggono da guerre e disperazione un luogo in cui socializzare e svolgere diverse attività come leggere, imparare un mestiere, giocare, studiare, tessere nuove amicizie. Durante i numerosi sopralluoghi al campo, e ascoltando attentamente le storie delle persone, i progettisti hanno infatti compreso che in questi luoghi la mancanza di spazi comuni, di condivisione o ludici, finisce per generare monotonia cronica, alienazione, spaesamento. L’interazione, infatti, aiuta a stemperare il sentimento di perdita (della propria casa, patria, famiglia). Con il patrocinio dalla IOM – l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, e con il supporto di tre organizzazioni non lucrative molto attive (ECHO 100Plus NGO, I AM YOU e Maisha Marefu ONLUS), il gruppo di lavoro è ora in fase di raccolta fondi. L’obiettivo è realizzare il progetto entro l’estate 2017.