Events

ETTORE SOTTSASS – REBEL AND POET

Lug 12, 2017 admin

IL VITRA SCAHUDEPOT INAUGURA NEI PROSSIMI GIORNI UNA MOSTRA SU ETTORE SOTTSASS PER CELEBRARE IL CENTENARIO DEL GRANDE DESIGNER

Avrebbe compiuto cent’anni quest’anno il progettista italo-austriaco Ettore Sottsass, figura centrale e controversa nel panorama del design del XX secolo.

Noto per i suoi iconici strumenti per l’ufficio (tra cui Valentine, la macchina da scrivere rosso fuoco prodotta da Olivetti che gli valse il Compasso d’Oro), per quel suo design, minimalista e delicato, e in quanto figura leader all’interno del collettivo Memphis, il gruppo che rivoluzionò i canoni del design, traghettandolo verso l’estetica post-moderna degli anni ottanta.

Una carriera intensa, quella di Sottsass, degna di una personalità eclettica e rivoluzionaria (“the godfather of Italian cool”, ovvero il “padrino del cool all’italiana”, come viene definito in un articolo apparso sul Guardian alcuni anni fa), che esplorava campi e discipline diversi.

La mostra organizzata al Vitra Schaudepot presenta una curata selezione di opere tra oggetti d’arredo e prodotti di consumo, corredati da fotografie e scritti d’epoca. Oggetti ispirati alla vita d’ogni giorno, alla cultura popolare o a quelle extra-europee, che Sottsass aveva esplorato nei suoi numerosi viaggi. Come per esempio la libreria Carlton, del 1981, colle sue linee geometriche e i colori arditi, o la lampada da tavolo Ashoka, anch’essa disegnata nel 1981, inserita nella collezione permanente di numerosi musei del mondo, o la consolle Tartar, prodotta nel 1985 con Memphis.

Oggetti carichi di espressività, che dialogano manifestamente col fruitore, affrancandosi dalla mera funzionalità per trasformarsi in vere e proprie opere d’arte. Opere audaci, degne di un poeta ribelle qual è stato Ettore Sottsass, che hanno sfidato più o meno manifestamente e infine rivoluzionato la cosiddetta estetica “middle class”.

Cuarata da Heng Zhi, corredata da numerosi scritti e testi letterari che ne tracciano la poetica, e da uno straordinario repertorio fotografico, tra cui la serie Metafore, la mostra a Weil am Rhein è un omaggio a un progettista che non vedeva nella forma o nella funzione una costrizione, al contrario, considerava il design un’opportunità per esplorare la natura dell’esistenza umana.

 

Ettore Sottsass – Rebel and Poet

Dal 14 luglio al 24 settembre 2017

Vitra Schaudepot

Charles-Eames-Straße 2

79576, Weil am Rhein

Dal lunedì alla domenica, dalle 10 alle 18

www.design-museum.de


T 49.7621.702.3200+

E info@design-museum.de