Architecture

ORGANIC CITIES

Ott 10, 2017 admin

Le metropoli del futuro nel cuore del Golfo Persico.

LUCA CURCI ARCHITECTS è uno studio di architettura riconosciuto a livello internazionale che si occupa di progettazione architettonica, bioclimatica e bioedilizia, restauro architettonico e monumentale, progettazione dell’arredo urbano e del design d’interni.

Lo studio crede fortemente che la qualità della nostra vita sia fortemente influenzata dalla qualità delle architetture in cui viviamo e che ci circondano. Proprio per questo motivo il rapporto tra l’uomo e l’ambiente è al centro di ogni sua progettazione.

Tra i numeorsi lavori, che affascinano e incuriosiscono non poco, non possiamo che mostrarvi Organic Cities: un progetto che, basandosi sulle peculiarità delle città organiche, mira ad ergersi come punto focale dello skyline del Golfo Persico. Tali “aggregati organici” si configurano come veri e propri complessi urbani costituiti da zone residenziali, distretti economici, negozi, aree benessere e siti culturali. Lo scopo del progetto, infatti, è quello di creare aggregazioni di edifici-città dove sarà possibile lavorare, incontrarsi, creare cultura e vivere.

Il complesso costruttivo si articola in due gruppi: i “palazzi organici” sulla terra ferma e le “lune” sul mare. Entrambi i gruppi sono connessi ed uniti fra loro attraverso strade, parchi, piste ciclabili e pedonali. Gli aggregati sulla costa sono caratterizzati da forme organiche e futuristiche. Le lune nel mare si dividono in 3 tipologie: le più piccole sono concepite come residenze con accesso alle spiagge e zona di atterraggio privata, le strutture a luna di media dimensione ospitano hotel raggiungibili via terra, mare e aria, mentre le lune più grandi sono costituite da hotel, residence e abitazioni private.
Questi palazzi organici, che hanno una forma concepita per integrarsi perfettamente al paesaggio e alle condizioni ambientali del deserto, saranno l’evoluzione delle metropoli contemporanee. Delle vere e proprie città futuristiche.

Il masterplan è stato concepito per essere soggetto ad evoluzioni e ciò dipenderà dall’area che ospiterà il progetto. L’intera area calpestabile dei palazzi potrà ospitare più di 150.000 abitanti, con il 50% degli spazi dedicato alle aree verdi e di incontro. Più di 800.000 metri quadrati saranno adibiti a spa, hotel e aree benessere; 6.300.000 metri quadrati, invece, ad aree shopping, gallerie, musei e 4.500.000 metri quadrati ad uffici e servizi. Il palazzo più alto raggiungerà i 470 metri e la luna nel mare più alta, invece, raggiungerà i 190 metri.