DESIGN

LANZAVECCHIA + WAI: DESIGN INCLUSIVO TRA PAVIA E SINGAPORE

Nov 09, 2017 admin

Il neo umanesimo progettuale di Francesca Lanzavecchia e Hunn Wai.

Francesco Massoni, che li ha intervistati per il n. 142 di OF ARCH, commenta così il modus operandi del duo internazionale di designer:

Anche da un’idea, da un semplice schizzo abbozzato a matita su un foglio di carta può germogliare il seme dell’utopia. In un oggetto pensato per la collettività, per i più fragili e indifesi, per i bambini, per gli anziani, può delinearsi un orizzonte nuovo, può riaccendersi, appunto, la speranza di un mondo migliore.

Questo romanticismo, questa tensione ideale, anima il lavoro di Francesca Lanzavecchia e Hunn Wai, incontratisi nel 2006 alla Design Academy di Eindhoven e titolari dal 2009 di uno studio che ha sedi a Pavia e a Singapore, le rispettive città natali. La distanza fisica che spesso li separa non impedisce loro, grazie ai moderni mezzi di comunicazione, di interagire e lavorare, in Asia, in Europa, come pure in altre parti del globo, ideando e sviluppando progetti che nella loro multiforme diversità recano il segno di una ribellione agli schemi e ai cliché del design preconfezionato, quello che ingombra le vetrine e gli scaffali dei negozi di mezzo mondo senza dirci nulla di più di quanto già sapevamo.

Protesi arborescenti per sentire ciò che ci sta intorno, sedute e complementi a misura degli anziani, campane cromoterapeutiche per ritrovare il benessere e l’equilibrio, mobili tessili soffici ed elastici, ausili ortopedici proestetici, talismani da indossare come scudo contro la valanga di informazioni che riceviamo quotidianamente… Queste ed altre, tra realtà e immaginazione, sono le creazioni firmate da Francesca Lanzavecchia e Hunn Wai. “Romantici sì… ma razionali”, precisa con un sorriso Lanzavecchia.

Sito ufficiale Lanzavecchia + Wai