Una mostra racconta la genesi e la realizzazione dell’Arvo Pärt Center, il centro culturale dedicato al grande compositore estone

Un complesso situato a Laulasmaa, su di una penisola nel cuore della foresta estone, a 35 chilometri dalla capitale Tallinn. Il progetto è firmato da Nieto Sobejano Arquietctos, studio fondato nel 1985 da Fuensanta Nieto ed Enrique Sobejano, con sedi a Madrid e Berlino e vincitore di numerosi premi internazionali.

Su di una superficie totale di 2.350 metri quadri, l’edificio dedicato al compositore Arvo Pärt (uno dei più grandi musicisti classici viventi, classe 1938, noto per gli esperimenti nella musica d’avanguardia e sacra), ospiterà l’archivio, una biblioteca, un auditorium con 150 posti a sedere, un’area espositiva, una sala proiezioni, alcune aule-laboratorio, più gli uffici per il personale.

Il progetto, la sua genesi e realizzazione, è ora descritto in una grande mostra organizzata a Berlino dallo studio Nieto Sobejano Arquitectos. Attraverso un percorso multisensoriale, accompagnati dalle sinfonie del musicista (inclusa la celeberrima Tabula rasa), i visitatori familiarizzeranno con il singolare progetto architettonico, una figura geometrica che vede il ripetersi di alcuni pentagoni.

Tale struttura intende “interpretare in termini architettonici il retaggio culturale di Arvo Pärt, cercando quel sottile equilibrio tra la sua musica intimistica e la bellezza prepotente della natura estone”.

Il centro sarà ultimato nel 2018, anno in cui l’Estonia celebra il suo centesimo anniversario.

 

TABULA – The Arvo Pärt Centre in Estonia

8 dicembre 2017 – 16 gennaio 2018

Aedes Architecture Forum
Beate Engelhorn

Christinenstr. 18-19, 10119 Berlino

Tel.: +49-30-282 70 15

www.aedes-arc.de