A primavera il Van Gogh Museum inaugura una mostra su Vincent Van Gogh e l’arte giapponese

Una grande mostra internazionale, che esplora l’influenza dell’arte giapponese sull’opera del pittore olandese.

Sessanta opere tra dipinti e bozzetti, e una ricca selezione di stampe giapponesi che evidenziano la passione dell’artista per il paese del Sol Levante e la sua arte, e quanto quest’ultima abbia influenzato la sua produzione.

In mostra, opere provenienti da diversi musei mondiali e collezioni private, tra cui il celeberrimo Autoritratto con l’orecchio bendato, del 1889, conservato alla Courtauld Gallery di Londra, o Sottobosco con due figure, del 1890, in prestito dal museo di Cincinnati.

Incantato dalla tecnica dell’ukiyo-e, la stampa artistica su carta impressa su matrici di legno che ebbe modo di conoscere durante il suo soggiorno parigino (dal 1886 al 1888), Van Gogh iniziò a collezionare numerose stampe giapponesi, di cui amava i colori accessi, le composizioni insolite, la meticolosa riproduzione degli elementi naturali.

La mostra Van Gogh e Japan nasce in collaborazione con il quotidiano Hokkaido Shimbun Press, NHK (il servizio pubblico radiotelevisivo giapponese), il museo Hokkaido Museum di Arte Moderna di Sapporo, il Metropolitan Art Museum di Tokyo e il museo nazionale d’arte moderna di Kyoto.

Van Gogh and Japan

23 marzo-24 giugno 2018

Museumplein 6, 1071 DJ

Amsterdam