Events Salone2018

Anteprima FuoriSalone 2018: Brazil S/A Off

Mar 22, 2018 admin

La mostra Brazil S/A Off riporta il Brasile a Milano, con pezzi iconici e altri inediti

Per la design week milanese, il progetto Brazil S/A torna a Milano per l’ottava volta. Negli spazi del Bianca Maria Palace Hotel, dal 17 al 22 aprile, la mostra ‘Brazil S/A Off’ racconterà l’anima di un popolo vista attraverso il connubio tra design, arte e artigianato, grazie ad una ventina di pezzi storici e opere inedite di altrettanti grandi designer del paese sudamericano.

Alê Jordão porta da São Paulo la storica Mickey Chair (2012) nata da una vecchia carrozzeria arrugginita e premiata alla Biennale di Roma nel 2014.

Bench Bombo (2015) di PAX.ARQ, oggetto in pine wood, senza struttura interna, deve la sua resistenza alla propria geometria, a imitazione delle conchiglie.

Juliano Guidi ricava la panca Story (2015) dagli scarti dell’Imbuia, legno nobile, vecchio di oltre quarant’anni.

Con piccoli circoli sullo schienale, ricorda le orecchie del topo più famoso dei cartoni animati la poltroncina Luis Henrique (2016) di Henrique Steyer, che rilegge con un tocco infantile la classica sedia Louis XVI.

 

Semplici ed eleganti le sedute di estudiobola per la collezione Mexerica (2016), clementine in brasiliano.

Alê Jordão presenta quest’anno Bullet, poltrona di 40 chili a prova di proiettile, in acciaio inossidabile con schienale e sedile in vetro anti-proiettile, chiara denuncia della violenza nel suo paese.

Funzionale ed elegante la lampada da terra Meridiana (2018) di Ronald Sasson.

Flavio Borsato e Maurício Lamosa, estudiobola, espongono Luisa (2018), sedia in freijó, tipica essenza brasiliana.

Slow design per Ines Schertel che usa la lana per il sedile dello sgabello Violeta, novità 2018.

Usa dieci cinture in pelle, originariamente impiegate per legare la sella al cavallo, Sergio J. Matos per la poltrona Arreio di questo FuoriSalone 2018.

Marcelo Bilac per la poltrona Boomerang in legno e pelle (2018), si è ispirato a un gioco del figlio di 10 anni.

 

[Text Giulia Bruno]