Architecture

CAFx Copenhagen Architecture Festival

Mag 05, 2018 admin

In 4 città danesi si svolge CAFx: grande festival di architettura con focus sull’housing e i macro-temi dei cambiamenti sociali mondiali

Periodo caldo per l’architettura in Danimarca, con CAFx, festival di architettura che, dal 3 al 16 maggio 2018, organizza 220 eventi e coinvolge più città: Copenhagen, Aarhus, Aalborg e, per la prima volta, Odense. Titolo di questa quinta edizione: Housing Homes.

Una scena da ‘Human Shelter’ di Boris Bertram, presentato in prima visione a CAFx 2018

Dall’inizio CAFx si è posta come piattaforma dinamica, per diffondere il valore dell’architettura in Danimarca e all’estero, coinvolge infatti alcuni dei pensatori più innovativi sulla questione dell’influenza reciproca tra architettura e vita. Conferenze, mostre, workshop, dibattiti, perfino gite in bicicletta sono alcune delle attività proposte; senza dimenticare il programma di film con la prima di Human Shelter’ di Boris Bertram, che ha come tema centrale la casa.

Un’altra inquadratura del film ‘Human Shelter’

Ormai è il più grande festival del mondo nel suo genere e con il tema Housing Homes del 2018 tratta l’argomento anche come settore immobiliare e dintorni. Indaga sulle sfide attuali come il cambiamento climatico e demografico, la migrazione, l’aumento dei prezzi, l’urbanizzazione crescente in Danimarca e nel mondo, nel passato, nel presente e nel futuro.

Urbanus, Baode Plaza, Cina

Vari anche i sotto-temi: Affordable Housingsi focalizza sulla mancanza di alloggi a basso costo per gli studenti e chi necessita di social housing in grandi città come Copenhagen e Aarhus. ‘Parallel Cities’ affronta il tema di come le nostre città siano sempre più divise tra ricchi e poveri, con il rischio costante di disuguaglianza, segregazione e gentrificazione.Future Housing Typologies esamina la connessione tra dati demografici e progettazione di abitazioni.

Maersk Tower, Copenhagen, progetto C. F. Moller Architects, completato nel 2017 [Photo Adam Moerk]

Home between everyday life and utopia’ esplora la vita quotidiana nelle città, concepite come utopie moderniste, ma che si sono poi evolute diversamente da ciò che gli architetti idealmente immaginavano. Homes without houses’ studia la pratica della creazione di case in situazioni particolari, come quelle vissute da rifugiati, senzatetto e nomadi. Infine Portraits pone i riflettori su architetti famosi e sui loro progetti. Con l’iniziativa Open Housedesigner e istituzioni aprono le porte di case e studi per condividere con i visitatori i progetti a cui stanno lavorando.

The Silo, Copenhagen, edificio costruito nel 2013 per housing e uffici pubblici [Photo Rasmus-Hjortshõj]

A Copenaghen si svolge in concomitanza l’inaugurazione di BLOX, il nuovo centro polifunzionale, finanziato da Realdania sul sito di Bryghus, e progettato da Rem Koolhaas e OMA. L’edificio ospita, tra le altre organizzazioni, il Danish Architecture Centre, che apre il 7 maggio con la mostra ‘Welcome Home‘. [Paola Molteni]