DESIGN

#YoungTalents: videointervista a Federica Biasi

Mag 22, 2018 admin

Selezionata per i Rising Talents ai Maison & Objet 2018, Federica Biasi rappresenta il design italiano alla conquista del mondo

Ho un approccio emozionale, ogni mio progetto è un contenitore di significati, o una citazione ad oggetti che hanno fatto parte del nostro passato. Cerco di progettare ‘delicatamente’ in un mondo chiassoso, mi piace che alle persone arrivi qualcosa oltre che un oggetto che adempie le sue funzioni, non è una questione di forma, ne solamente di proporzioni, è una visione olistica del prodotto che unisce tutti questi concetti e li restituisce in un’unica immagine in grado smuovere ricordi, emozioni, ed educare al senso estetico

In una frase Federica Biasi racconta la sua ‘filosofia creativa’. Classe ’89 milanese, dal 2011 al 2013 ha lavorato a Milano per poi trasferirsi ad Amsterdam e lasciarsi ispirare dal design nordico e dalla semplicità formale ed estetica che trasmette nei suoi arredi, oggetti in ceramica e prodotti tessili.

Tra i recenti lavori, presentati anche al Salone del Mobile.Milano 2018, ‘Om’, un tappeto per CC-tapis, la cui scelta di colori naturali e di frange interpreta due delle tendenze contemporanee del design italiano e internazionale, pur mantenendo l’identità nordafricana del tappeto. Federica ha avuto l’ispirazione da una notte passata a Merzouga, in Marocco.

‘Marianne’ per il brand Mingardo, di cui è anche art director, è una libreria – in ferro verniciato nero, ripiani in vetro temperato e dettagli in ottone naturale – elegante ed esile, un sistema componibile, che versatile, si adatta a diversi ambienti, sia domestici che contract.

La poltroncina autoprodotta ‘Sophie’ colpisce per avere un carattere espressamente femminile ed allo stesso tempo imponente come un trono, con una struttura in metallo e un rivestimento morbido per un estremo comfort.

[Text: Annamaria Maffina – VideoInterview: Valentina Dalla Costa]