Al NOI Techpark di Bolzano, Black Monolith è il nuovo edificio ‘passivo’ in un involucro tecnologico di Schüco

NOI Techpark è il nuovo polo culturale e tecnologico di Bolzano (Italy) che ospita aziende, start up, centri di ricerca e università. Curato dallo studio Claudio Lucchin & Architetti Associati e da Chapman Taylor Italia, recupera uno storico complesso industriale potenziandolo, anche grazie alle soluzioni d’involucro Schüco.

Nature Of Innovation: è questo il significato dell’acronimo NOI Techpark. Un’opera di rigenerazione urbana destinata a trasformare un’area dismessa in centro di innovazione, spazio di aggregazione e piattaforma di raccordo e interscambio tra Italia e Nord Europa.

È qui che sorge Black Monolith, la nuova costruzione dal rigore razionalista simbolo della forza innovatrice dell’intero parco.

Ad introdurre l’edificio, s’innalza con i suoi 30 m di altezza la torre piezometrica (serbatoio idrico a torre) risalente al 1934 e trasformata in opera d’arte contemporanea dall’artista polacco Mariusz Waras. Tutt’attorno un’importante area verde di circa 9.000 m2, ospita una serie di zone relax e spazi per manifestazioni e spettacoli, mentre le aree destinate ai  parcheggi e ambienti tecnici sono confinate nei piani interrati.

Realizzato come un parallelepipedo nero che svetta verso l’alto, il Black Monolith è un edificio lineare, essenziale e pulito. Un richiamo diretto all’enigmatico totem del film “2001: Odissea nello spazio” di Stanley Kubrick. La facciata si distingue per il caratteristico rivestimento nero realizzato con 5.000 m2 di schiuma di alluminio, un materiale ultra tecnologico e leggerissimo scelto per la sua resistenza e come omaggio al passato industriale del luogo.

L’impalpabile tessuto trasparente è stato realizzato con le facciate strutturali Schüco FW 50 SI SG (Super Insulation Structural Glazing), che permettono di nascondere agli occhi di chi guarda dall’esterno il profilo in alluminio, dando la percezione di un unico elemento complanare vetrato.

Abbinate ai vetri apribili a sporgere Schüco AWS 114 SI SG, le cui ante con telaio a scomparsa si mimetizzano alla perfezione nella struttura portante, le facciate hanno garantito valori di trasmittanza termica pari a Uf 0.91 W/m²K, contribuendo a far raggiungere all’immobile prestazioni energetiche tali da essere considerato un edificio a energia quasi zero.

NOI Techpark è il primo progetto in Europa e secondo nel mondo ad ottenere la certificazione Gold del protocollo LEED v4 ND Plan (for Neighborhood Development Plan), sviluppato dal Green Building Council. [Giuseppe D’Orsi]