Una sauna a uovo con un guscio inossidabile e dorato, l’opera d’arte di Mats Bigert e Lars Bergström è un simbolo di rinascita per la città mineraria. Guarda il video

A Solar Egg, forma in equilibrio nello spazio aperto, si accede tramite una scala

L’uovo è associato da sempre alla rinascita e al cambiamento. In questo caso si collega alla trasformazione della città più settentrionale della Svezia, Kiruna, grazie a un progetto artistico di sauna chiamato Solar Egg. Committente è l’associazione cooperativa economica Riksbyggen, mentre i creatori sono il duo artistico premiato dalla città e dai suoi abitanti, Mats Bigert e Lars Bergström.

All'interno di Solar Egge i sedili in legno sono a semicerchio e il bruciatore ha la forma dell’organo del cuore

Solar Egg è segno di nuove opportunità per la città di Kiruna, da sempre famosa per i suoi giacimenti di minerali ferrosi e che ora si trova ad affrontare il trasferimento di interi quartieri a causa di un graduale sprofondare del suolo, provocata da anni e anni di intense attività minerarie. Particolare anche il suo clima rigido e le sue condizioni estreme di buio/luce: è in una completa oscurità d’inverno e nella luce costante d’estate.

La sauna, rivestita dal guscio inossidabile placcato oro, rappresenta un simbolo di luce della città. L’uovo è alto 5 metri e largo 4 metri ed è composto da 69 pezzi separati con, all’interno, un bruciatore di legno a forma di cuore. Il calore che si propaga all’interno della sauna, l’ambiente raccolto e l’atmosfera rilassante lo trasformano in una specie di luogo sacro, dove le persone parlano, si confrontano e sono invogliate a esprimere le loro idee comodamente seduti sulle panche di legno disposte a semicerchio.

Una maquette, usata durante la progettazione, dove si vede il guscio suddiviso in 69 pezzi separati

trasferimento all’Istituto svedese a Parigi, unico centro culturale della Svezia all’estero,  a Stoccolma e a Bjorkliden, a un centinaio di chilometri da Kiruna. La sauna si può prenotare all’indirizzo www.riksbyggen.se/solaregg. [Text Paola Molteni]

 

Servizio dalla rivista OF ARCH n. 145/2018