Uno dei progetti che ho trovato più interessanti ad Ambiente è stato quello relativo alla presentazione collettiva de il Coccio design edition che ha portato nella fiera tedesca una famiglia di oggetti per la casa in ceramica progettati – sotto la guida di Giulio Iacchetti – da una squadra di designer: Agustina Bottoni, Dario Gaudio, Odoardo Fioravanti, Giulio Iacchetti, Lorenzo Palmeri, Sarah Richiuso, Mario Scairato, Valerio Sommella, Alessandro Stabile, Studio Klass, Studio Sovrappensiero, Luca Spagnolo, Yet Matilde Studio, Carmelo Zocco.

 


Gli oggetti della nuova collezione sono di piccola e media dimensione, invitano all’uso e, particolare non irrilevante,  introducono nuove abitudini, grazie alle loro caratteristiche progettuali. Realizzati in ceramica nel distretto di Nove (Vicenza), i 19 prodotti della collezione sono tutti disponibili in quattro colori: bianco puro, verde, grigio e rosa, e hanno a mio parere “gareggiato”, con la fantasia progettuale, con opere e prodotti realizzati dal grande numero di designer giapponesi e asiatici presenti ad Ambiente, che, come loro caratteristica saliente, dimostravano un “tasso di raffinatezza” davvero eccezionale.

 

Fantasia contro raffinatezza, dunque? Non azzarderei risposte, ma mi limito a evidenziare, nelle immagini, alcuni di questi oggetti.