Quante volte abbiamo lasciato fuori dalla porta di un albergo questo avviso? E quante volte abbiamo pensato di lasciar fuori da ogni altra porta anche pensieri, stress, scadenze? Prendo in prestito il nuovo magazine di Effebiquattro Milano, che si chiama proprio così, DoNotDisturb, per raccontare una delle porte che al Made più mi avevano intrigato, Is(o)la, intrigato anche per il bel gioco di parole che sottintende. E’ una linea di porte per hotel, porte sicure, che garantiscono anche il massimo isolamento possibile dal rumore, dal fumo, dal fuoco. E, in più, sono anche esteticamente valide. Le cerniere sono autochiudenti (per non dimenticare mai la porta aperta). 5 rostri di tenuta e speciali guarnizioni intumescenti sono i plus tecnici di queste porte (perché la sicurezza viene prima di tutto).  La serratura è antipanico (per lasciare la camera con un semplice gesto). C’è una speciale ghigliottina sotto ogni porta (per isolare acusticamente la stanza).

 

 

 

 

 

E per quanto riguarda l’is(o)lamento, ecco una piccola scheda tecnica:

I tre gradi di isolamento sono:

IS[o]LA 30 / 30 minuti di resistenza al fuoco e 29 dB di isolamento acustico.

IS[o]LA 45 / 45 minuti di resistenza al fuoco e 29 dB di isolamento acustico.

IS[o]LA 60 / 60 minuti di resistenza al fuoco e 41 dB di isolamento acustico.

 

30, 45 o 60 sono i minuti di assoluta sicurezza che garantiscono le porte Is(O)la di Effebiquattro Milano. Assicurano una protezione totale al fuoco e ai fumi in caso di incendio nel rispetto della certificazione.