Non guardate la sia pur notevole installazione (per inciso, è la Murakami Installation che si trova a Doha, in Qatar), ma il tappeto ai piedi della statua, che è di Radici.  Ovvero dell’unica azienda “total made in Italy” che opera nel settore delle pavimentazioni tessili e che esporta i suoi prodotti in tutto il mondo. Quando andiamo in un albergo, da qualsiasi parte, ci sono dunque buone probabilità che stiamo camminando su una moquette o un tappeto by Radici. Prodotti lavorati con tecnologie ChromoJET Printed Carpet, Wilton Jacquard Carpet, Tufting, Axminster e così via. Con collezioni (ad esempio, la Prestige, in 100% lana neozelandese che possono anche essere personalizzate). Con qualsiasi disegno, in qualsiasi colore, su sintetico o naturale (e questo grazie al ChromoJET Printed di cui sopra). E che, soprattutto, sono resistenti, e possono essere posati ovunque: da Doha, appunto, al Villa D’Este di Cernobbio (che, per me, è il miglior albergo al mondo). Ma non serve andare così lontano, o prendere una delle navi da crociera equipaggiate con la moquette Wilton, basta infatti aspettare solo qualche giorno e venire durante la Design Week nello spazio social della nostra casa editrice, a Palazzo Cusani, dove Radici sarà presente. Ultima annotazione, guardando l’altra immagine, penso che molti riconosceranno l’interno del Superstudio, nell’edizione dello scorso anno: anche qui, la pavimentazione tessile era by Radici.

Processed with VSCO