Nella campagna di Ostuni un singolare cubo di vetro ingloba un ulivo centenario. E’ questo il particolare che più mi ha colpito, nel contesto di un progetto (curato da Enrico Maria Cicchetti di Studio EMC ARCHITECT con la collaborazione dell’ingegnere Francesco Palmisano) di ristrutturazione caratterizzato dall’immersione totale nella natura circostante, all’inserimento di 13 ulivi secolari, all’uso quasi esclusivo di materiali tipici del luogo ed ancora all’impiego di maestranze locali. Spazio, dunque, a questa Glass Room completamente trasparente che ha permesso di recuperare uno spazio anticamente adibito a deposito di attrezzi agricoli, convertendolo in nuovo ambiente estensivo della zona giorno. Un cubo che, come detto, avvolge un immenso ulivo secolare, autentico capolavoro della natura.

 

 

Questo glass cube appare lineare e  naturale, ed è composto da una serie di setti in cemento armato ruotati uno rispetto all’altro e chiuso da pareti verticali e orizzontali in cristallo. La superficie è un Pavimento Nuvolato Ideal Work che si inserisce con discrezione nell’architettura.  La struttura si collega con i vari ambienti attraverso muri in pietra naturale, che rendono fluidi gli spazi e i passaggi tra diversi percorsi, stili e linguaggi che collegano la zona giorno alla zona notte.