Può l’arte valorizzare la vendita immobiliare? Da Rivolta Immobiliare dal 1956 ne sono più che convinti, tanto che hanno deciso di inaugurare il loro nuovo spazio a Roma con una mostra permanente. Segni Urbani, che inaugura a Roma il 14 giugno, presso Rivolta Immobiliare dal 1956, vuole comunicare la valenza dell’arte come strumento di valorizzazione dello spazio abitativo, che a sua volta acquista una nuova definizione grazie al ruolo di “custode” delle opere d’arte.

molina-trittico-dimensione-spazio.jpg
Edelweiss Molina, trittico Dimensione Spazio.

Protagonista della mostra Segni Urbani è Edelweiss Molina, pittrice-scultrice originaria di Tropea, nota per i ritratti di Martin Scorsese, Claudia Cardinale e Papa Benedetto XVI. Nelle otto opere che saranno esposte, tra cui due trittici astratti lunghi tre metri, l’artista indaga con i suoi squarci prospettici il rapporto tra gli elementi della natura e della realtà urbana che l’uomo abita, con il suo carico di desideri, tensioni e paure. La sua arte trova un’ideale collocazione nello spazio abitato, quasi come fosse ideata per essere da questo custodita.

Rivolta Immobiliare dal 1956, attiva nel settore da oltre 60 anni, con sedi a Roma dal 1991, da sempre crede nel valore della relazione tra spazio abitato e arte come elemento di valorizzazione dell’arredamento. Per questo, Sergio Rivolta Lippo ha scelto di inaugurare la nuova sede della sua società con un’esposizione artistica. “Credo molto nella fusione tra arte e abitare: la bellezza di una casa dipende in gran parte dal carattere dei suoi spazi e dalla sua personalità,” dichiara Rivolta Lippo. Rivolta Immobiliare dal 1956 si pone dunque l’obiettivo di unire sempre più l’arte al suo core business di intermediazione immobiliare, offrendo agli acquirenti la possibilità di acquistare opere di artisti già installate nell’immobile scelto.

Segni Urbani, Rivolta Immobiliare dal 1956, viale Carso 11-15

Per info: ImmobiliareRivolta.com
                 EdelweissMolina.it