Si chiama The Student Hotel, ma è molto più di uno studentato o un hotel: è una filosofia di vita, un vento di novità che spazza via vecchi modelli e apre il campo a un concept abitativo che si sta delineando, man mano che i Millennial e i nativi digitali raggiungono l’età per vivere da soli. Del resto, è già nel loro claim: “May the student in you never die”, laddove studente diventa una categoria dello spirito, non più una fase di passaggio verso l’età adulta e lavorativa, ma uno stato mentale.

the-student-hotel-charlie-mcgregor.jpg
Charlie MacGregor, amministratore delegato e fondatore di The Student Hotel (TSH), nel rooftop di The Student Hotel Firenze Lavagnini.

The Student Hotel è un concept di ospitalità ibrida, che offre agli studenti la possibilità di avere una bella stanza, in un ambiente con tutte le comodità, ai turisti e ai viaggiatori offre stanze di varie dimensioni e tariffe, e ai professionisti propone un alloggio temporaneo, per soggiorni di media durata. Non si può negare che per gli studenti non sia un alloggio economico, ma la filosofia su cui si basa The Student Hotel prevede che la permanenza non possa superare i 10 mesi: la struttura è certamente un alloggio, ma con lo  spirito di una community, un luogo in cui un giovane all’inizio del suo percorso di studi possa stare in un ambiente come a casa propria, che lo aiuti ad inserirsi nella sua nuova realtà.

L’area hotel per turisti ha tutte le comodità di un 4 stelle, con piscina e palestra, ma in un’atmosfera informale e rilassata, con arredamento in apparenza spartano ma nella realtà piuttosto confortevole, con finestre che affacciano sulla Fortezza da Basso e sulla Cupola del Brunelleschi (perché anche l’occhio vuole la sua parte).

the-student-hotel-suite.jpg
Suite di The Student Hotel, con vista sulla Cupola del Brunelleschi.

Fondato da Charlie MacGregor, partecipato da diversi fondi di investimento, The Student Hotel è un modello di business che integra le istanze dell’ospitalità turistica con le esigenze di chi si muove per lavoro o studio, e le necessità di chi cerca postazioni di lavoro fornite di tutte le attrezzature, in condivisione per contenere i costi. The Student Hotel è tutto questo, in un’atmosfera accogliente e colorata.

La prima struttura italiana, che apre ufficialmente il 1° luglio 2018, si trova a Firenze, nell’edificio soprannominato “Palazzo del Sonno”, in una zona centralissima, a 10 minuti a piedi dalla Stazione di Santa Maria Novella, dall’Università, e 15 da Piazza del Duomo. Il progetto è stato sviluppato da Archea Associati, studio di architettura fiorentino, con Rizoma Architetture, di Bologna, per l’interior design, e la collaborazione di un team di progettisti interni al gruppo.

L’arredamento è l’espressione esatta del design come lo potrebbero intendere i Millennial, e come naturalmente lo deve interpretare una struttura grande, che ha budget da far quadrare, pur nel rispetto di un’immagine complessiva. In questa sede di Firenze, la prima italiana, il design Made in Italy è ben rappresentato, con sedie di Pedrali nelle aree comuni, rubinetterie Nobili nelle stanze, e, esattamente come farebbe un giovane Millennial, qualche pezzo di valore qua e là, come un Cactus di Gufram in versione bianca nella lobby.

the-student-hotel-lobby-cactus-gufram.jpg
Angolo della lobby a The Student Hotel Firenze Lavagnini, con un Cactus di Gufram.

Ultimo, ma non da ultimo, qualche dato economico. In tempi in cui si vede l’Italia come un luogo un po’ decadente, che sembra avere perso smalto e attrattività, The Student Hotel ha invece pianificato ingenti investimenti nel nostro Paese per i prossimi anni – tra i 600 e i 700 milioni di euro – per l’apertura di 5 nuove sedi, tra Firenze, Bologna e Roma. Attualmente, il gruppo ha proprietà in 11 località, Firenze Lavagnini, Rotterdam, due sedi ad Amsterdam, L’Aia, Groningen, Eindhoven, Maastricht e Parigi e due sedi del campus TSH a Barcellona, residenze del gruppo TSH riservate agli studenti. Nel 2018, è già programmata un’apertura a Dresda, nel 2019 sono in programma le aperture di Bologna, Madrid, Berlino e Delft, nel 2020 Parigi, Porto, Roma, Firenze Belfiore e Vienna, Carcavelos Lisbona, Tolosa, Firenze Manifattura Tabacchi e Barcellona nel 2021. Milano per il momento non è in programma, perché, con tutti i progetti di sviluppo che sono già avviati a Milano, non è facile trovare una sede adatta, ma in compenso il gruppo ha in programma di espandersi in tutto il mondo.

Info: Thestudenthotel.com