Una torre verdeggiante che svetta su Singapore: è il grattacielo che ospita l’Oasia Hotel Downtown, un edificio progettato dallo studio di architettura Whoa, di Singapore, con interni progettati dallo studio dell’architetto e designer spagnola di stanza in Italia, Patricia Urquiola, premiato nel 2018 come Best Tall Building Worldwide e Australasia, dal Council of Tall Buildings and Urban Habitat di Chicago.

Il progetto si fonda sull’integrazione tra costruzione e paesaggio circostante, con un’attenzione particolare al rispetto dell’ambiente, che in un territorio densamente popolato ed edificato come Singapore, acquista una speciale importanza. L’edificio è diviso in tre zone separate, sovrapposte come tre strati successivi, ognuno dei quali ha il proprio “piano terra” con un gradino tropicale all’aperto. Questa disposizione permette di avere aree comuni all’aperto, ventilate e ombreggiate naturalmente.

I pannelli di rivestimento delle facciate, di alluminio in varie tonalità di rosso, servono anche come appoggio per 21 diverse specie di rampicanti tropicali, con fiori e foglie che costituiscono cibo per uccelli e insetti. Il tetto ospita un pergolato tropicale, il coronamento ideale per i rampicanti che percorrono tutte le facciate, rendendole così vive e ospitali.

Gli interni e l’arredamento interpretano al meglio l’eccellenza del design, in gran parte made in Italy, grazie alla cura dedicata dallo studio Urquiola alle finiture e ai prodotti di arredamento, sia degli spazi pubblici, sia delle stanze e dei bagni. Una particolare attenzione è stata riservata al colore, che identifica le varie zone in cui è diviso il grattacielo.

Le immagini sono tratte dai siti Whoa, Oasia, Patricia Urquiola e Skyscraper Center.

Info: Oasia Hotel Downtown Singapore
Whoa.net
PatriciaUrquiola.com