Diego Stefanato, neo amministratore delegato del brand veneto Doimo CityLine delle camere kids e teenager, dà il via al piano triennale di sviluppo

Diego Stefanato, Ceo Doimo CityLine

Già in azienda dal 2012, prima come consulente e poi come Direttore Generale, Diego Stefanato è stato nominato alla guida di Doimo Cityline.

Il marchio di riferimento dei sistemi componibili per camerette nell’ultimo triennio è stato più che positivo: il 2017 si è chiuso con un fatturato di 22 milioni di euro, una crescita del +50% sul 2014.

La sede di Doimo CityLine a Mosnigo (Treviso, Italy)

Diego Stefanato punta ad andare oltre fino al raddoppio del giro d’affari, con l’obbiettivo di arrivare nel 2021 a 40 milioni di euro di fatturato. Come? Con la customizzazione, la riqualificazione della distribuzione e l’avvio del progetto fabbrica 4.0 per il quale sono stati stanziati 3 milioni di euro.

Sono previsti anche 9 nuovi ruoli di management e l’allargamento della base dei dipendenti. Per quanto riguarda i prodotti, già entro il 2018 si annunciano il relooking delle linee ‘notte’ e ‘giorno’ e 10 camerette inedite. Le composizioni salvaspazio permetteranno di dialogare con la clientela sempre più attenta alla progettazione su misura. Uno degli asset strategici è anche l’attenzione di Doimo CityLine per il benessere del bambino l’utilizzo di materiali salubri e sicuri. [LB]