Materia Design Festival, a Catanzaro dal 20 al 23 settembre 2018, punto d’incontro nel Sud Italia tra designer internazionali, tradizioni e materiali locali

‘Ficarazza’ design Domenico Gioia, opera artigianale di Marzia De Rosa

Materia Independent Design Festival (www.materialfestival.com) è arrivato alla sua terza edizione, con una sfida ambiziosa: diventare il più importante festival di design dell’Italia del Sud. Se l’anno prima ha attirato più di 8.000 persone, nel 2018 (dal 20 al 23 settembre) se ne attendono ancora di più.

‘Filofono’ laboratorio artigiano Ennio Gentile

Nel più schietto spirito glocal, il festival mira a creare connessioni tra l’artigianato locale e la capacità di innovazione del design, facendo appello a progettisti internazionali con radici in Calabria, italiani in generale e stranieri. Le ricadute positive già si registrano sul territorio.

Il tutto si svolge nel centro storico di Catanzaro (Italy) nel Complesso monumentale del San Giovanni, l’Ex Stac e il Museo Marca. Curatore per l’edizione 2018 è Sergio Fabio Rotella, nativo di Catanzaro con studio a Milano e Pechino, autore di progetti di architettura e design in Italia e all’estero. Mentre il tema conduttore è ‘PASTmeetsFUTURE‘ con la mission di progettare prodotti radicati nella tradizione ma ripensati con occhio al futuro, per valorizzare il contesto del Sud. ‘Made in Calabria‘ e ‘Souvenir Calabria‘ sono nello specifico le iniziative che hanno portato a collaborare designer internazionali e aziende del territorio calabrese.

Poltroncina e libreria Ioniki, design Setsu e Shinobu Ito con Menniti & Mercuri

Le sedici sperimentazioni avviate sono il binomio dei giapponesi Setsu e Shinobu Ito (vincitori Compasso d’Oro) con Menniti & Mercuri; l’israeliano Ronen Joseph con l’azienda Domenico Cuglieri; l’argentino Gerardo Mari e Porta Cosfer con Clypeum; lo stesso Sergio Fabio Rotella con Cotto Cusimano; Antonio Aricò e Saverio Zaminga con Nirù; Marco De Masi e i ceramisti di Squillace IdeArt, il Tornio e Deco Art; Imma Matera e Tommaso Lucarini con l’Azienda Salvatori; Domenico Garofalo, Massimo Sirelli e Studio F con Hera;
Luca Maci e Arte Marmo Calabrò; Domenico Gioia con l’artigiano Marzia De Rosa; Gerardo Mari e Fabbriche Musicali Calabresi; Gerardo Mari e Gruppo Pedullà.

‘Cocciu d’amuri’ di Danilo Randazzo

 

Madia Monterosso, design Ronen Joseph, produzione Domenico Cugliari

Materia Design Festival sarà poi teatro di attività formative e ludiche: esposizioni di giovani designer provenienti da tutta Italia, aziende locali e showroom, aperiTalk con alcuni dei designer elencati prima e con l’esperto di eco design ed economia circolare Giorgio Caporaso, Workshop con Domenico Gioia sul packaging; design experience con l’artista Massimo Sirelli con un focus sulla Calabria tra installazione partecipata e interattività. Le esposizioni Food Graphic, dedicata al packaging con selezione per il premio OneMorePack, e un’altra a cura di Mario Verre sulla contaminazione contemporanea dei mobili tradizionali del Mediterraneo. Non mancheranno eventi musicali serali.

Questo coinvolgente festival sperimentale è stato ideato e sviluppato da Officine AD, studio fondato dagli architetti catanzaresi Domenico Garofalo e Giuseppe Anania. [LB]

‘Saportipico’ di Flavia Aprilini