Per i suoi 70 anni, alla Permanente di Milano si ripercorre la storia dell’eroe più amato del fumetto italiano, Tex

È il 30 settembre 1948 quando nelle edicole italiane debutta il primo albo a strisce di Tex, il personaggio creato da Gianluigi Bonelli e realizzato graficamente da Aurelio Galleppini destinato a diventare l’eroe più amato del fumetto italiano e uno dei più longevi del fumetto mondiale.

Settant’anni dopo, Sergio Bonelli Editore celebra il ranger con una grande mostra dal titolo TEX. 70 ANNI DI UN MITO, aperta dal 2 ottobre 2018 al 27 gennaio 2019 al Museo della Permanente di Milano e patrocinata dal Comune di Milano.

Curata da Gianni Bono, storico e studioso del fumetto italiano, in collaborazione con la redazione di Sergio Bonelli Editore, la mostra racconterà come Tex sia riuscito, anno dopo anno, a far parte delle abitudini di lettura degli italiani.

Prima striscia di TEX

Grazie a disegni, fotografie, materiali rari e talvolta mai visti prima e attraverso installazioni a tema create appositamente per questo evento, e tra le tante cose in esposizione, i visitatori potranno ammirare la prima vignetta di Tex, declinata in varie lingue.

Per guidare il visitatore attraverso le sale della mostra, Sergio Bonelli Editore pubblica anche il catalogo della mostra con introduzione di Davide Bonelli, testi di Gianni Bono, Graziano Frediani, Luca Boschi e Luca Barbieri, ricco di materiali rari, disegni e approfondimenti legati alla storia del ranger. [Giuseppe D’Orsi]