Nasce dalla passione di Emilia Petruccelli e Domitilla Dardi, EDIT Napoli la nuova fiera per il ‘design da edizione’ unita all’iniziativa Design in Residence

La collezione Scenaria, realizzata da Faberhama in collaborazione con la manifattura tessile De Negri & Za.Ma per EDIT Napoli – Design in Residence

Palazzo Mondragone, a Napoli, sarà la sede della prima edizione di EDIT Napoli, fiera di design prevista dal 6 al 9 giugno 2019. “Si tratta di un progetto innovativo – spiega la co-curatrice Domitilla Dardi – che, grazie alla connessione tra designer internazionali selezionati ed eccellenze dell’artigianato campano, vuole proporre al pubblico interessato (retailer, buyer, acquirenti) oggetti reali, non prototipi e utopie”. Entro il 15 dicembre 2018 studi di design, crafter e manufacturer possono partecipare alla selezione come espositori.

Le curatrici di EDIT Napoli: a sinistra, Domitilla Dardi, storica del design, a destra Emilia Petruccelli, imprenditrice

Le protagoniste di questo progetto inedito provengono da esperienze distanti, ma in comune hanno la passione dello scouting verso tutto ciò che riguarda il mondo del design. Emilia Petruccelli, ingegnere e imprenditrice romana, ha aperto 10 anni fa Mia (www.galleriamia.it) una galleria/negozio di design a Roma. “Una scelta coraggiosa – afferma Domitilla Dardi, storica del design– la capitale, infatti, non è un mercato facile per il design contemporaneo, ma Emilia ha saputo intercettare i gusti e le esigenze delle giovani generazioni”.

La serie Minori nata dalla collaborazione di Reinaldo Sanguino, ceramista venezuelano, con i maestri del laboratorio Ceramiche Fes (costiera amalfitana)

EDIT Napoli si sviluppa con un format innovativo che prevede, oltre ai giorni di fiera, una fase precedente basata su un programma di residenze durante il quale alcuni designer di fama internazionale sono invitati a collaborare con grandi maestri dell’artigianato locale. I prototipi nati da queste esperienze verranno, quindi, prodotti e commercializzati con il marchio EDIT Napoli.

La collezione di complementi Scale, progettata dal designer libanese Khaled El Mays con gli artigiani dei Quartieri

La prima edizione di Design in Residence ha visto la partecipazione del duo Faberhama (Paesi Bassi) che ha lavorato con la storica manifattura tessile di San Leucio De Negri & Za.Ma; inoltre di Kahled El Mays (Libano) che si è confrontato con la manualità degli artigiani dei Quartieri e il ceramista Reinaldo Sanguino (Usa) che ha collaborato con il laboratorio Fes di Minori. [Text Elena Cattaneo – Photo Claudio Bonoldi]