Tra i suoi petali geometrici il Fiore di pietra, a strapiombo sul Monte Generoso, ospita un ristorante gourmet, due sale, bookshop e cafeteria

Fiore di pietra, progetto dell’architetto svizzero Mario Botta, visto dall’alto

Siamo vicino a Mendrisio, a 1704 metri di altitudine, e l’edificio ottagonale si erge, con un corpo centrale di cinque piani racchiuso da ‘petali’ di pietra grigia, su un piccolo lembo di terra piana a strapiombo sulla roccia. Attraverso grandi aperture vetrate, offre viste panoramiche a 360°sul Lago di Lugano e le Alpi. Il Fiore di pietra, imponente e geometrico, dialoga, per contrasto, con l’andamento organico del paesaggio.

Schizzo di Mario Botta per Fiore di pietra

Il ristorante gourmet, guidato dallo Chef stellato Luca Bassan, risulta il più alto del Canton Ticino. Il “Fiore di pietra” è dotato anche di un self service, una sala conferenze, una sala espositiva, un bookshop con cafeteria e una terrazza panoramica.

Fiore di pietra sul Monte Generoso, in Svizzera Italiana (Photo © Enrico Cano – courtesy of Ferrovia Monte Generoso)

La struttura è accessibile tutto l’anno, ad eccezione dei mesi invernali, mediante lo storico trenino a cremagliera della Ferrovia Monte Generoso che da 125 anni, partendo da Capolago, raggiunge la vetta alternandosi nella stagione estiva con il più antico trenino a vapore di tutta la Svizzera, ancora in circolazione.

Ristorante del Fiore di pietra (Photo © Enrico Cano – courtesy of Ferrovia Monte Generoso)

Il “Fiore di pietra” è stato realizzato grazie ai finanziamenti di Percento Culturale Migros l’istituzione, che sostiene iniziative culturali e attività sociali, voluta da Migros, marchio della grande distribuzione e una delle aziende più grandi della Svizzera, fondata a Zurigo nel 1925 da Gottlieb Duttweiler. [Text Arianna Callocchia]

Immagine in edizione limitata, presentata alla mostra ‘Fiore di pietra’ di Luca Ferrario, architetto-fotografo, allievo ed ex-collaboratore di Mario Botta (Photo © Luca Ferrario – Fine art photography)