Lo studio Arquitectonica ha scelto Neolith in vari colori per le facciate del complesso Hudson Lights, a Fort Lee, nel New Jersey. Lo sviluppo comprende un centro commerciale e un edificio residenziale, con 300 appartamenti su 12 piani.

hudson-lights-neolith-arquitectonica.jpg
Dettaglio della facciata del complesso Hudson Lights, in pietra sinterizzata Neolith, progetto di Arquitectonica.

Uno dei punti di forza del progetto è nelle facciate, caratterizzate dall’uso di diversi materiali che creano contrasti materici. Il clima tipico di questa zona e la presenza di traffico a densità elevata, tuttavia, sconsigliavano l’uso di legno o pietre naturali, rame o marmo, per le difficoltà e gli alti costi di manutenzione.

hudson-lights-neolith-arquitectonica.jpg
Dettaglio della facciata del complesso Hudson Lights, in pietra sinterizzata Neolith, progetto di Arquitectonica.

La pietra sinterizzata Neolith si è rivelata dunque la scelta migliore, sia per la resistenza alle intemperie e agli agenti atmosferici, sia per il sistema di montaggio, che consente di creare facciate continue, impeccabilmente lisce, con lastre da 6 mm. L’uso dei colori Strata Argentum, Pierre Bleu, Iron Corten, Calacatta, Estatuario e Nero Zimbabwe ha permesso inoltre di creare lo stesso contrasto materico che si genera utilizzando materiali diversi, impiegando la stessa pietra sinterizzata per tutta le superfici.

La passione dello studio Arquitectonica per le facciate è chiaramente riconoscibile anche nei grattacieli milanesi Solaria e Aria, costruiti di recente nella nuova area di Porta Nuova. Le facciate ventilate di Hudson Lights sono una chiara espressione di questa capacità progettuale: per la loro costruzione, sono stati utilizzati 2.350 mq di pietra sinterizzata Neolith, di vari colori e finiture, che nell’insieme disegnano un progetto dalla notevole valenza estetica, non un semplice e banale edificio ad uso commerciale.

Info: Neolith.com