La sedia Eames Plywood, in diverse versioni tra cui anche la DCW (Dining Chair Wood), è un progetto del 1946, di Charles e Ray Eames.  Prima sedia di  legno multistrato curvato prodotta a livello industriale, è stata nominata dal Time “Miglior design del XX secolo”.

La storia della Plywood Lounge Chair, così come della Dining Chair Wood, è una storia di ricerca e sperimentazione, nell’America degli inizi degli anni Quaranta. In quel periodo, Charles Eames lavorava come set designer per la MGM e, in coppia con sua moglie Ray Eames, faceva esperimenti sulle tecniche di stampaggio del legno.

Nella loro casa facevano prove con una macchina denominata “Kazam! Machine“. Il marchingegno pressava sottili fogli di compensato contro una membrana riscaldata, che veniva gonfiata con una pompa da bicicletta.

Il risultato finale è una sedia molto comoda, e un’icona del design del Novecento. La forma, modellata direttamente sul corpo umano, è avvolgente e accogliente.

Oggi la sedia, ingegnerizzata per la produzione industriale, è prodotta da Herman Miller e da Vitra.

Il design organico

La sedia Eames Plywood Chair di Charles & Ray Eames rientra a buon diritto tra gli arredi di design organico. Nella storia del progetto si parla di design organico, con riferimento all’arredamento con forme fluide, dalle curve morbide continue.

eames-plywood-lounge-chair.jpg
La Eames Plywood Chair, in versione lounge. Foto Herman Miller.

A New York, nel 1940, il MoMA – Museum of Modern Art, indisse un concorso per arredamento, lampade, e tessuti, caratterizzati dall’essere “design organico”. A vincere il concorso, Charles Eames ed Eero Saarinen, nelle categorie “living room” e “sedie”, con la sedia e poltroncina “Organic Chair”, diventata in seguito un’icona, ed esposta nella mostra derivata dal concorso, “Organic Design in Home Furnishings”, nel 1941, a cura di Elliot Noyes. 

eames-plywood-lounge-chair.jpg
La Eames Plywood Chair, in versione lounge. Foto Herman Miller.

Eames Plywood Chair:
HermanMiller.com
Vitra.com