Ben Berwick dello studio di architettura australiano Prevalent è l’autore del progetto di interior design di questo locale minimal e all’avanguardia

Situato a Newcastel in un edificio del 1906, il SUSURU Ramen and Gyoza bar anima la facciata e la via che lo ospita, quasi volesse dare “un assaggio di un futuro possibile” una sorta di “locale tratto da un fumetto Pokemon”.

Gli interni del SUSURU rompono infatti con la tradizionale estetica dell’area, che era zona di estrazione mineraria. Prendendo spunto dagli interni delle stazioni metropolitane e ferroviarie di Tokyo, un bianco predominante fa da sfondo ad accenti gialli, il colore del brand.

“A questa base abbiamo aggiunto elementi grafici temporanei, tra cui i menu, la segnaletica, le custodie dei tablet e le porte, tutti elementi che aggiungono punti focali catturando l’attenzione” – racconta il team dello studio Prevalent.

La città continua a svilupparsi e ad attirare stranieri per ragioni diverse, non solo per le sue risorse minerarie, come un tempo. Il ristorante SUSURU parla alle nuove generazioni, a chi viene a visitare la città ma, soprattutto a chi vi risiede da molto tempo e vuole vederla sotto una veste nuova. L’introduzione in città della cucina internazionale ha offerto l’opportunità di progettare qualcosa di nuovo.

“Ci siamo avvalsi di produttori locali dove possibile, soprattutto per ridare vita all’industria metallurgica locale, fornendo i disegni per i mobili come un tempo per le attrezzature per l’estrazione mineraria”. [Text: Annamaria Maffina]