Per celebrare un secolo dalla fondazione della scuola più famosa nella storia del design, diverse aziende ripropongono una serie di prodotti iconici

Il Bauhaus dal 1919 al 1933 ha rivoluzionato il modo di insegnare e di concepire arte, architettura e design, l’integrazione proprio tra arte e industria era alla base di questo movimento, fondato a Weimar, esattamente 100 anni fa. Questa scuola ha dato vita ad un modo di concepire gli spazi che ha influenzato molti decenni del secolo scorso. Tante le icone di questo periodo, alcune di esse vengono rifatte in occasione del centenario.

Knoll firma una “Bauhaus Edition”: la collezione MR, disegnata da Mies van der Rohe, proposta con nuove varianti di tessuti e pelli e l’iconica Barcelona Chair. Quest’ultima presentata in una versione limitata in soli 365 pezzi editati nel 2019, uno per ogni giorno dell’anno, certificati e numerati.

Tecnolumen riproduce, per la prima volta nella storia in versione argentata, la lampada Willhelm Wagenfeld, spesso chiamata “Bauhauslamp”. L’oggetto iconico ha forme geometriche semplici: una base in vetro, un albero cilindrico e una parte superiore sferica.

Alessi propone, con un packaging celebrativo, i posacenere in acciaio e ottone di Marianne Brandt e il Set per zucchero e crema in acciaio di Marianne Brandt e Helmut Schulze, pezzi iconici che rappresentano lo stile Bauhaus.

Infine la reinterpretazione di Coincasa si muove attraverso l’utilizzo di forme geometriche pure e colori primari che si alternano a tinte sofisticate, a ricche tessiture e a lavorazioni artigianali. (Text: Cristina Provenzano)