Il Distretto 5Vie torna alla Milano Design Week 2019, con un ricco programma di mostre, di altissima qualità, affidate a curatori internazionali. Nel cuore della Milano Romana, le 5Vie si confermano una meta prediletta da chi cerca design e creatività nella sua massima espressione.

seletti-design-pride-5vie.jpg
Seletti Design Pride, Distretto delle 5vie

Per il 2019, l’attenzione è puntata su Annalisa Rosso, Maria Cristina Didero e Nicolas Bellavance-Lecompte, che cureranno tre mostre di sicuro interesse. Annalisa Rosso, cura Human Code, pezzi unici di Roberto Sironi; Maria Cristina Didero, la prima personale del designer libanese Carlo Massoud.

Autopsy-Carlo-Massoud.jpg
Autopsy, di Carlo Massoud.

Infine Nicolas Bellavance-Lecompte ha seguito la lavorazione di 12 opere di Anton Alvarez, in bronzo fuse a cera, tappa fondamentale nel percorso della Fonderia Artistica Battaglia.

anton-alvarez-foto-marta-thisner.jpg
Anton Alvarez, foto di Marta Thisner.

Torna per la quarta edizione Masterly-The Dutch in Milano, di Nicole Uniquole, che anche quest’anno ha selezionato designer, aziende, scuole e gallerie di design olandesi. Quest’anno il filo conduttore della mostra sarà il 350esimo anniversario della morte di Rembrandt.

Palazzo Litta ospita The Litta Variations/Opus 5, quinta edizione della collettiva curata da MoscaPartners. Palazzo Litta 2019 ospita ventidue espositori con oltre 65 designer internazionali. Nel Cortile d’Onore protagonista è Echo dello studio Pezo von Ellrichshausen, fondato in Cile nel 2002.

Oltre alle mostre organizzato dal Distretto 5Vie e le collettive citate, partecipano al Distretto 5Vie edizione 2019 diversi showroom permanenti della zona, e alcuni espositori ricorrenti, tra cui per esempio Giopato & Coombes con la nuova collezione di luci, o Bitossi Home e Funky Table con una nuova collezione di vasi.

giopato-coombes-gem-lighting-collection.jpg
Giopato & Coombes, Gem lighting collection.

Sempre in tema di luci, non può mancare una visita da Davide Groppi e Apparatus, mentre il designer tedesco Markus Benesch apre un laboratorio di falegnameria nascosto. Non mancherà l’Australia con 44 designer in una mostra a cura di Emma Elisabeth, e ancora lampade scultoree di Volker Haug Studio.

showroom-davide-groppi-5vie.jpg
Showroom Davide Groppi 5vie

A proposito di sculture, non sono sculture ma ne hanno l’importanza gli arredi di 06D Atelier, una coppia di designer italiani basati a Londra, che partecipa all’evento Wa.Sa.bi, di Big Apple Design. In mostra, la consolle + specchio Alter + Ego, di 06D x Azul, che reinventa la prospettiva, la collezione Thinness, sedie e complementi in acciaio che sfidano la gravità con la loro leggerezza assoluta, e i tavolini Kayan, ispirati agli anelli da collo delle donne Kayan, anch’essi di 06D Atelier x Azul.

Info: 5vie art+design