ll Lanificio Cerruti è uno dei più prestigiosi lanifici del biellese, localizzato nel cuore della città dalla nascita nel 1881 ad opera di Antonio Cerruti insieme a due suoi fratelli ed un cugino.

L’azienda, guidata dal Signor Nino Cerruti, ha raccolto la sfida della globalizzazione anche prima dell’avvento di Internet e della tecnologia, dandosi un respiro internazionale, ma senza mai perdere di vista il territorio e la tradizione manifatturiera Made in Italy.

Oggi il fondo Njord Partners è diventato l’azionista di riferimento, sotto la guida del biellese Paolo Torello-Viera, amministratore delegato, e consolida nel 2018 circa 60 milioni di Euro.

Per festeggiare il nuovo corso, la collaborazione con Filrus, specializzata nel servizio SuMisura Made in Italy fornito anche a domicilio, la possibilità di personalizzare anche grandi quantitativi di filato (l’azienda produce oltre 2.5milioni di tessuto all’ anno), di ottenere piccole quantità utili alle sartorie e pronte in sole 24-48 ore. Ultimi nati, i ‘tessuti intelligenti’, dotati di elastame, che si auto stirano, con proprietà antimacchia e antigoccia, ideali per i viaggiatori nomadi contemporanei.

L’azienda Lanificio Fratelli Cerruti, con oltre 400 dipendenti, possiede il totale controllo della filiera, dalla certosina scelta delle materie prime al tessuto completo, filato e disegnato, fra importanti foinezze di lane preziose, vicuna, alpaca, cashmere, cotoni dalla mano morbidissima, tinti in modo eco-sostenibile, certificati da attenti test di qualità ad ogni passaggio della lavorazione.

Il lanificio piemontese si è trasformato in una realtà multinazionale che vende in più di 100 Paesi, pur mantenendo l’intera realizzazione per il 100% a Biella e in Italia,  a conferma del valore del brand e della continuità nel tempo. [Barbara Tassara]