A New York per NYCxDesign, la settimana del design? Ecco alcune mostre sul design per il tempo libero

Il mese di maggio è tradizionalmente il mese del design, a New York, con tanti appuntamenti, raccolti nell’iniziativa NYCxDesign. Dal 10 al 22 maggio Times Square diventa un hub per il design, con il NYC Design Pavilion; dal 19 al 22 maggio, torna la 31esima edizione di ICFF – International Contemporary Furniture Fair. New York è anche una destinazione culturale, con un’ampia offerta di musei e gallerie.

The Value of Good Design al MoMA

Il MoMA – Museum of Modern Art di New York, ha una collezione di design tra le migliori del mondo, costruita nel corso degli anni con un lavoro paziente di raccolta. Curatrice responsabile della sezione Architettura e Design e Direttrice della sezione Ricerca & Sviluppo è da diversi anni Paola Antonelli, che ha di recente curato la mostra della XXII Triennale di Milano.

Con la mostra The Value of Good Design, il MoMA ripercorre le tappe della costruzione del concetto di “Good Design”, dagli anni Trenta agli anni Cinquanta, anni che hanno visto la nascita di oggetti per la produzione in serie, alla portata di tutti.

In mostra, tra gli oggetti che hanno fatto la storia del “Buon Design”, ci sono naturalmente molti prodotti italiani. La mostra è un’occasione per interrogarsi sul valore del design oggi, e su cosa il valore del design negli anni Cinquanta rappresenti per il design oggi.

Cooper-Hewitt Museum: designer e installazioni immersive

Il Museo Cooper-Hewitt ospita una mostra interattiva-didattica dedicata ai designer Scholten & Baijings che, tra le altre cose, hanno reinterpretato alcuni classici Ikea, nel 2018. La mostra, Scholten & Baijings, Lessons from the Studio, illustra come si svolge il processo creativo in uno studio che progetta oggetti di varia natura nell’ambito dell’arredamento. La mostra continua fino al 2 settembre 2019.

Sempre al Cooper-Hewitt, nuove tecnologie permettono di cambiare gli ambienti a proprio piacimento. Nella Immersion Room, i visitatori possono scegliere una carta da parati e proiettarla sulle pareti, per vedere l’effetto. Un modo per vedere nella sua completezza l’ampia collezione di carte da parati e tappezzerie del Cooper-Hewitt. [Roberta Mutti]