Un nuovo progetto dello studio sudafricano SAOTA, a Città del Capo, una residenza unifamiliare con design internazionale e locale

villa-citta-capo-sudafrica-saota.jpg
Facciata di una casa unifamiliare a Città del Capo, progetto dello studio SAOTA. Foto Adam Letch e Stefan Antoni

La villa, progettata dallo studio di architettura SAOTA, si trova a Clifton, un sobborgo residenziale di Città del Capo, in Sudafrica,una delle aree più costose ed esclusive del Sudafrica.

villa-citta-capo-sudafrica-saota.jpg
Villa a Città del Capo, progetto dello studio SAOTA, infinity pool. Foto Adam Letch e Stefan Antoni

La residenzaBeyond, disposta su più livelli, sorge su una ripida collina che discende fino alle spiagge bianche di Città del Capo.

villa-citta-capo-sudafrica-saota.jpg
Villa a Clifton, Città del Capo, progetto dello studio SAOTA, l’ingresso. Foto Adam Letch e Stefan Antoni

La facciata esterna è rivestita in alluminio, che sottolinea la massa del volume costruito, dall’ispirazione razionalista. Il chiaroscuro dell’atrio, dove si trova una scala in acciaio corten e vetro che collega i vari piani della casa, svanisce gradualmente una volta che si entra in casa. Lo spazio è in penombra al piano terreno, e ricca di luce naturale al piano superiore.

villa-citta-capo-sudafrica-saota.jpg
Living room in una villa unifamiliare a Città del Capo, progetto dello studio SAOTA, interni di ARRCC e OKHA. Foto Adam Letch e Stefan Antoni

Ai livelli inferiori si trovano sei ampie camere da letto, tre delle quali interconnesse tra loro, e uno spazio di intrattenimento che ospita spa, area giochi e cinema.

villa-citta-capo-sudafrica-saota.jpg
Lo spazio open space che contiene zona living e cucina, villa unifamiliare a Città del Capo, progetto dello studio SAOTA, interni di ARRCC e OKHA. Foto Adam Letch e Stefan Antoni

Al piano superiore, un ampio spazio open space a doppia altezza ospita la cucina, il bar, la sala da pranzo, il soggiorno, altre camere da letto, e a livello mezzanino, una lounge invernale con il camino e due studi. All’esterno il giardino si apre direttamente sul Table Mountain National Park, mentre dal lato opposto la piscina si estende verso l’Oceano Atlantico.

villa-citta-capo-sudafrica-saota.jpg
Stanza da letto padronale in una villa unifamiliare a Città del Capo, progetto dello studio SAOTA, interni di ARRCC e OKHA. Foto Adam Letch e Stefan Antoni

I pavimenti lasciati allo stato grezzo sono in cemento, il soffitto del piano superiore è in legno. In ogni stanza della casa, sono esposti affascinanti pezzi d’arte e moderne opere di design prodotte da artisti locali sudafricani.

villa-citta-capo-sudafrica-saota.jpg
Villa a Città del Capo, progetto dello studio SAOTA, interior design di ARRCC e OKHA. Foto Adam Letch e Stefan Antoni

In cucina è appesa una collezione di maschere dell’Africa centrale e occidentale, nell’atrio, invece, si trovano l’arazzo di Paul Blomkamp e la scultura di Paul Edmunds; nell’area giochi galleggia il “Blowfish” di Porky Hefer, numerosi anche i quadri esposti di Charles Gassner e i cesti e le statue di artisti locali che richiamano agli usi e ai costumi del posto.

villa-citta-capo-sudafrica-saota.jpg
Lounge Bar in una villa a Clifton, Città del Capo, progetto dello studio SAOTA, interni di ARRCC e OKHA. Foto Adam Letch e Stefan Antoni

Gli interni sono stati curati da ARRCC e OKHA, due studi di interior design di Città del Capo, che hanno fatto ampio uso del design italiano e internazionale per  l’arredamento.

[Text Carlotta Russo]

Scopri Prairie Avenue Residence, una residenza di lusso su palafitte a Miami