A’Design Award & Competition è uno dei più importanti e partecipati concorsi di design, che ogni anno assegna centinaia di premi. Il 30 settembre è la scadenza per iscriversi all’edizione 2019/20

Ogni anno, vengono progettati nel mondo decine e decine di prodotti. A’Design Award & Competition è un concorso dedicato a designer e aziende che vogliono sottoporre i loro progetti a una platea internazionale di giornalisti, blogger, buyer e operatori del settore design in generale. Per ogni edizione del premio, sono centinaia i prodotti e progetti presi in esame, e premiati da una giuria internazionale di operatori e studiosi del settore.

La prima scadenza per iscrivere i progetti per la prossima edizione è il 30 settembre. Per iscriversi, cliccare qui

A’Design Award poster

Partecipare: quali vantaggi

I vantaggi nel partecipare al premio sono molteplici. I progetti vincitori ricevono un attestato, un trofeo e un invito alla cena di gala in occasione della premiazione. Ma certo i vantaggi non si fermano qui: i prodotti realizzati vengono esposti in una mostra che raccoglie tutti i vincitori, e pubblicati nell’Annual Yearbook, il volume che raccoglie tutti i progetti e che viene inviato alla stampa di settore. La campagna di diffusione dei progetti vincitori comprende anche l’inclusione nelle cartelle stampa inviate attraverso DesignPRWire, un’intervista nel Design Magazine, e un supporto concreto per la vendita attraverso il Design Mediator. Inoltre, naturalmente, è possibile usare il logo del premio, e il progetto viene inserito nel World Design Rankings. Se ancora non vi basta, sono previsti altri specifici vantaggi per ogni categoria di partecipanti, cliccare qui per vedere tutti i possibili vantaggi.

Cerimonia di premiazione A’Design Award 2018

A’Design Award & Competition: le categorie

Il premio è diviso in 100 categorie, ognuna delle quali comprende diverse sottocategorie. Le 100 categorie sono a loro volta raggruppate in Good Industrial Design Award, Good Architecture Design Award, Good Product Design Award, Good Communication Design Award, Good Service Design Award, Good Fashion Design Award. Good Industrial Design Award, tra le altre, comprende la categoria Furniture, Decorative items and Homeware design, che include tutti i prodotti di arredamento, come sedie, tavoli, panche, divani e imbottiti, e tutti i mobili; Lighting Products and Projects Design, comprende i prodotti per illuminazione di vari generi, e tutti i progetti dove l’illuminazione svolge un ruolo chiave; Home Appliances Design, che comprende tutti gli elettrodomestici; Baby, Kids’ and Children Product Design, che include tutti i prodotti per bambini; Street Furniture Design, dedicata a tutti i prodotti per l’arredo urbano; Bakeware, Tableware, Drinkware and Cookware Design, dedicata a tutti i prodotti per tavola e cucina.

A’Design Award 2018, mostra dei prodotti e progetti

La giuria internazionale è formata da studiosi del settore, ricercatori, designer, architetti e operatori del settore in generale, giornalisti, operatori della comunicazione. A questi link, la lista dei giurati e la metodologia adottata per la selezione.

Qui di seguito, alcuni dei progetti premiati nell’edizione 2018 dell’A’Design Award & Competition

Furniture, Decorative items and Homeware design

Premiato nella categoria Furniture, Decorative items and Homeware design, Kurio, di Markus Hofko, è una scaffalatura modulare in pannelli di legno e alluminio, ispirata alle Wunderkammer. Grazie a un sistema a incastro, può assumere infinite configurazioni, a seconda delle necessità.

Kurio, di Markus Hofko.

Un altro prodotto premiato nella categoria Furniture, Decorative items and Homeware design è Pig, di Favaretto & Partners per l’azienda cinese Lightspace. Pig è una seduta imbottita dall’animo giocoso, attrezzata con piano d’appoggio per scrivere e spazio per archiviare riviste.

Imbottito Pig, di Favaretto & Partners per l’azienda cinese Lightspace.

Lighting Products and Projects Design

Dalla sezione Lighting Products and Projects Design, Orizuru Room, un’installazione ispirata all’origami. Realizzata da Atsushi Kobayashi durante un festival nella città di Manazuru, Orizuru – che significa gru-origami – era un’installazione che interagiva con i visitatori, cambiando colore e accendendo o spegnendo musica al passaggio deile persone.

Orizuru Room di Atsushi Kobatashi.

Home Appliances Design

Tra i premiati della sezione Home Appliances Design, il piano a induzione NikolaTesla Switch, di Fabrizio Crisà per Elica. NikolaTesla Switch è un piano cottura con cappa integrata, con la zona aspirante nascosta da un anello in vetro e ghisa che scompare quando non è in uso. Oppure può essere in un colore a contrasto per caratterizzare l’estetica.

NikolaTesla Switch, di Fabrizio Crisà per Elica.

Bakeware, Tableware, Drinkware and Cookware Design

Cloud Wine Holder, di Elmira Deldari e Nhi Ton per Elladal, è un portabottiglie modulare in legno di noce dalla doppia funzione. Ogni modulo può contenere tre bottiglie ed è formato da due piani di legno sagomati e uniti da perni; i piani singoli possono servire anche come vassoi per servire gli aperitivi. Premiato nella sezione Bakeware, Tableware, Drinkware and Cookware Design.

Cloud Wine, portabottiglie di Elmira Deldari e Nhi Ton per Elladel Design

Baby, Kids’ and Children Product Design

La culla Lola, di Bermbach Handcrafted Gmbh, è fatta a mano in rattan e pelle, con gambe di metallo e piedi di legno. Risponde quindi a requisiti di sostenibilità, ed è formata da una struttura in rattan e pelle, con il fondo in legno. Premiata nella sezione Baby, Kids’ and Children Product Design.

Culla Lola, di Bermbach Handcraft

Street Furniture Design

Un’idea per risolvere il problema dell’allattamento in pubblico e aggiungere elementi di qualità all’arredo urbano, è stata premiata nella sezione Street Furniture Design. L’idea è quella di Heer, una panca per allattamento con uno alto schienale avvolgente, progettata da 52Hours e realizzata in resina. La panca con schienale altro assolve la duplice funzione di offrire un riparo alle donne da sguardi indiscreti quando deve allattare in pubblico, e di garantire un posto con un appoggio confortevole e pulito, durante la poppata. [Text Anguilla Segura]

Heer, progetto di 52Hours