Nel mese di giugno 2019, ha riaperto a Milano la nuova bottega di Lorenzi Milano, continuazione ideale dello storico negozio G. Lorenzi di via Montenapoleone

G. Lorenzi: una storia milanese

G. Lorenzi (chiuso definitivamente nel 2014) era un negozio nato nel 1929 in via Montenapoleone. Oggi cuore del quadrilatero della moda, agli inizi del secolo scorso la strada era parte di una zona residenziale elegante ed esclusiva, con una clientela ideale per una manifattura di altissima qualità come Lorenzi. Nata come coltelleria, G. Lorenzi aveva in seguito ampliato l’offerta con altri oggetti per la casa, caratterizzati da materiali e fattura di prim’ordine.

Nel corso degli anni, G. Lorenzi si era costruito una fama internazionale, per la vasta offerta di oggetti di vario genere, come scacchiere, oggetti per il bagno, articoli da fumo, oltre naturalmente alla vastissima scelta di coltelli; dagli anni Sessanta al 2014 il negozio fu condotto dai fratelli Franco e Aldo, figli di Giovanni.

Oggi Lorenzi Milano è un’azienda gestita da Mauro Lorenzi, che appartiene alla quarta generazione della famiglia. Dopo la chiusura del negozio storico di via Montenapoleone, Lorenzi ha continuato a produrre le sue collezioni di oggetti pregiati ed esclusivi nel laboratorio di via Morimondo, collocazione geografica non casuale, nel cuore della vecchia Milano industriale.

Materiali nobili come legni pregiati, bambù, madreperla, corno, marmi, vengono lavorati con grande cura, per dare vita ai più svariati oggetti, dagli accessori da viaggio e da fumo a quelli per la cura personale, dalla celebre coltelleria a prodotti ancora più ricercati, come i servizi da cantina. Un universo maschile, come da lunga tradizione, che comprende anche zaini in nappa e complementi d’arredo, in particolare per il guardaroba.

Lorenzi Milano: l’eccellenza continua

Il nuovo negozio, nello storico Palazzo Bolchini, in piazza Meda, è nella stessa zona esclusiva del precedente. Progettato dall’architetto Filippo Dini, interpreta in versione contemporanea l’anima della bottega storica. Le finiture sono in marmo verde Alpi e Ceppo di Gré, ricavato dall’unica cava ancora attiva, in Lombardia; i soffitti hanno riportato alla luce gli stucchi degli anni Trenta. Il negozio, con una superficie di 180 mq, si affaccia con tre grandi vetrine, ed è arredato con scaffalature in noce Canaletto, proprio come nelle vecchie coltellerie di un tempo; completano l’allestimento espositori con piccoli contenitori rivestiti in pelle, che confermano la vocazione all’eccellenza di Lorenzi Milano.

Mauro Lorenzi (a sinistra), con Giovanni Lorenzi, fondatore della coltelleria di via Montenapoleone.