L’architetto cileno Cazú Zegers e l’interior designer Carolina Delpiano trasformano una residenza storica del 1929 nell’urban hotel Magnolia, a Santiago del Cile

L’Hotel Magnolia riesce a conciliare le esigenze di un hotel contemporaneo con un contesto storico, preservando l’integrità dell’edificio esistente, a cui sono stati aggiunti tre nuovi piani.

Il nuovo progetto di Zegers e Delpiano ha aggiunto tre piani ai tre già esistenti, che portano la costruzione a un totale sei piani. L’addizione in facciata è evidenziata e nascosta al tempo stesso, grazie a una parete di vetro su cui è stampata la facciata sottostante, capovolta.

Gli interni dell’Hotel Magnolia si distinguono per l’equilibrio tra la costruzione preesistente e la parte nuova, decisamente contemporanea. Zegers e Delpiano hanno inoltre reso omaggio all’architettura del passato, scegliendo materiali nobili per le finiture e gli arredi.

L’Hotel Magnolia di Santiago del Cile offre 42 stanze, un ristorante, un bar, una biblioteca, un centro fitness e due sale riunioni; l’arredamento è decisamente contemporaneo, con accenti tradizionali.

Le camere, caratterizzate dai rivestimenti in legno di colore chiaro, sono personalizzate da alcune opere di artisti cileni, come le immagini di uccelli, montagne e palme dell’artista Macarena Illanes dipinte sulle testiere dei letti. [Text: Arianna Callocchia]

Scopri