Per il London Design Festival 2019, Designjunction torna a King’s Cross, dopo un anno di assenza. La rassegna è una delle 4 “fiere” che compongono il London Design Festival (100% Design, Focus, London Design Fair), insieme a centinaia di eventi di scala ridotta. L’edizione 2019 ospita oltre 200 brands, in diverse location, attorno all’edificio dell’università UAL Central Saint Martin.

Eventi e highlight del London Design Festival 2019

Designjunction 2017
Designjunction 2017

Designjunction 2019: Cubitt House e Cubitt Park

Dal 19 al 22 settembre, Designjunction occupa Cubitt House, il padiglione adiacente a Coal Drops Yard, un nuovo sito commerciale progettato da Sir Thomas Heatherwick: qui trovano posto brand di arredamento e illuminazione.

Designjunction 2017, Cubitt House
Designjunction 2017, Cubitt House

In aggiunta a Cubitt House, l’esposizione continua in un’altra struttura, Cubitt Park, che aggiunge altro spazio per giovani designer e brand già noti.

The Canopy

The Canopy, una struttura tutelata come edificio storico, sarà invece la sede di oltre 70 temporary store e designer emergenti, principalmente nel settore degli accessori moda, accessori per la tecnologia e l’elettronica, ceramiche, vetri, tavola, regalo e cartoleria.

Designjunction 2017, The Canopy

Gli oltre 200 brand e designer nel 2018 hanno visto la visita di oltre 27 mila visitatori, tra operatori professionali e pubblico generico.

King’s Cross, il nuovo Design District

King’s Cross, dunque, che debutta per la prima volta come Design District ufficiale, si presenta con un ricco programma di esposizioni e attività, oltre a Designjunction. Nel Coal Office, il quartier generale di Tom Dixon, adiacente a Coal Drops Yard, ‘TOUCHYSMELLYFEELYNOISYTASTY’ sarà una sorta di festival nel festival, con lancio di nuovi prodotti, talk e conferenze, e naturalmente scenografici allestimenti nello spazio di vendita di Tom Dixon.

Coal Drops Yard, King’s Cross

Designjunction: brand emergenti e aziende note

La scenografia dell’area sarà arricchita dal King’s Cross Light Tunnel, lo spazio che ospita il Rado Star Prize UK 2019, comprese mostra e cerimonia di premiazione. Tra le varie novità a Designjunction, Verpan, l’azienda danese che realizza i prodotti di Verner Panton, presenta tre inediti. La sedia Flex, la lampada a sospensione Hive, e la lampada da tavolo Reflect, infatti, non sono mai entrate in produzione prima d’ora.

Designjunction, che dal 2018 ha una nuova gestione, fin dalla prima edizione si propone come una piattaforma per il design di ricerca, privilegiando aziende piccole o di grande fama, che siano però connotati da una forte componente di progetto.

Gufram, Designjunction 2018

Tra gli espositori, Designjunction ospita i migliori brand emergenti britannici, che operano nel settore del design nel senso più ampio, comprendendo così arredamento, illuminazione, tessile, accessori fashion, tavola, gadget tecnologici.

Tra i brand italiani, possiamo citare anche Ethimo, che presenta i nuovi prodotti, tra cui la nuova collezione di Paola Navone, lanciata in anteprima al Salone del Mobile di Milano 2019.

King’s Cross e le installazioni

La location di grande effetto si presta anche a diversi allestimenti molto scenografici, allestiti davanti alla UAL Central Saint Martin, in Granary Square, e in tutta l’area circostante, che si estende fino al Coal Drops Yard, dove si trovano anche le due installazioni di Martino Gamper, Disco Carbonara e Idiosincratico: un motivo ulteriore per visitare Designjunction 2019.

designjunction-2019-martino-gamper.jpg
Designjunction 2019, Disco Carbonara, installazione di Martino Gamper

Info: Thedesignjunction.co.uk

Eventi e highlight del London Design Festival 2019