La quindicesima edizione di Design Miami, che si tiene dal 3 all’8 dicembre 2019, si preannuncia con diverse novità

Innanzitutto, la location: la fiera si svolge per la prima volta al Pride Park, con l’entrata di fronte all’ingresso di Art Basel Miami Beach. Inoltre, una facciata in vetro conduce alla tenda che ospita il Design Forum, e le conferenze saranno trasmesse anche all’esterno, su grandi schermi, per coinvolgere il pubblico dei passanti.

Erastudio Apartment Gallery a Design Miami 2018

Le mostre di Design Miami 2019 ruotano attorno a diversi elementi tematici: l’acqua, la tradizione dell’artigianato nella contemporaneità, il design giapponese e africano, le donne designer della metà del Novecento. Design Miami incoraggia le gallerie e i partecipanti al programma Curio, a lavorare su temi specifici, per avere stand sempre più coinvolgenti.

Molecules di Porky Hefer. Sfere in acciaio rivestite all’esterno di pelle, e internamente di

L’acqua e le donne designer

Per l’elemento “Acqua”, sono diverse le mostre proposte dalle gallerie, come la Galleria ALL, che crea un ambiente acquatico, con i mobili in vetro azzurro dello Studio Buzao e Saerom Yoon. O Luis Pons Design Lab, che presenta la collezione interattiva Tangara in collaborazione con Vermeil, i cui colori sono stati selezionati a mano in riferimento all’oceano. Anche a Design Miami, non poteva mancare un intervento di Virgil Abloh, che presenta la collezione di arredi Aqua Alta, ispirati all’acqua alta di Venezia, con la Carpenters Workshop Gallery.

Aqua Alta, di Virgil Abloh per la Carpenters Workshop Gallery

Tra le altre mostre, Erastudio Apartment-Gallery presenta tre donne protagoniste dell’arte e del design italiano degli anni ’60-’80 – Dadamaino, Shama e Nanda Vigo -, in dialogo con designer contemporanee, come Clementine Keith-Roach. La Galerie Patrick Seguin continuerà a sottolineare l’importanza del lavoro di Charlotte Perriand, con un mobile realizzato per il Cite Cansado in Mauritania.

Leggi anche Virgil Abloh e le limited edition ai tempi di Instagram

Galerie Patrick Seguin

Un debutto negli oggetti di vetro è quello di Robert Wilson. I suoi lavori, dal titolo “A boy form Texas“, sono realizzati con la Cristina Grajalese Gallery.

A boy from Texas, di Robert Wilson

Lo studio Crosby Studios, di Harry Nuriev, presenta il Balenciaga Sofa, in collaborazione con Balenciaga. L’architetto russo ha progettato un divano che incoraggia la riflessione sulla sostenibilità, formato da vestiti invenduti o fuori mercato di Balenciaga. Un rivestimento in vinile trasparente riveste i tessuti, avvolti attorno a una struttura formata da manichini.

Balenciaga Sofa, di Harry Nuriev

La Miami Design Week

Il design italiano è ben rappresentato alla Miami Design Week, grazie alla mostra allestita presso lo showroom Luminaire. Luminaire presenta “Ethereal Simplicity”, un’esposizione dedicata a Piero Lissoni e Konstantin Grcic. Piero Lissoni presenta la Uncollected Collection, celebrando così i 50 anni di Living Divani e i 30 della sua art direction dell’azienda italiana. Noctambule, di Grcic per Flos, è invece il soggetto della mostra al secondo piano, con uno spazio apposito per un oggetto speciale come questa lampada in vetro trasparente.

Infine, presso la Collectors Lounge di Art Basel Miami Beach 2019, Sanlorenzo presenta “360° Horizon“. La mostra di Marco Palmieri, con il design concept di Piero Lissoni, è dedicata ai paesaggi marini. [Txt Spencer Foil]

360° Horizon di Marco Palmieri

Scopri anche DesignMiami/Basel 2019