Un hotel SPA in provincia di Perugia sorprende per bellezza e avanguardia

Palazzo-Bontadosi-perugia
Piazza del Comune, Montefalco (PG). Qui nasce nel 1400 Palazzo Bontadosi, oggi Hotel e Spa

Un gioiello risalente al 1400, con una storia tanto lunga quanto spettacolare. Infatti, Palazzo Bontadosi Hotel & Spa, prima di essere una ‘boutique hotel’ è stato un incredibile proscenio per artisti che affrescando gli ambienti nei secoli l’hanno trasformato in un’autentica opera di straordinaria bellezza.

Palazzo-botadosi
Una delle 12 camere dell’Hotel e Spa Bontadosi dove le opere di recupero sono state eseguite per il mantenimento degli affreschi

Palazzo Bontadosi si trova a Montefalco, un comune in provincia di Perugia dove si producono il Sagrantino e il Montefalco Rosso, sulla piazza centrale del borgo. Nel 2009 è stato convertito in un hotel con 5 camere Superior, 3 Deluxe, 3 Junior Suite, 1 Suite, un ristorante, un centro benessere e una galleria d’arte.

Palazzo Bontadosi
Vimar ha messo a punto il sistema di automazione By-me, che consente di avere un facile accesso da remoto per il controllo da parte dello staff dell’albergo

Palazzo Bontadosi è dotato di un sistema elettrico progettato e fornito Vimar, un’azienda italiana fondata nel 1945 a Marostica. Oggi Vimar è un brand noto a livello mondiale per la qualità dei suoi prodotti, realizzati con criteri di sostenibilità.

Il ristorante

Vimar, con il metodo By-me, ha automatizzato tutte le 12 stanze in modo che possano essere controllate direttamente dalla reception. Dalla temperatura interna all’intensità della luce, il web server progettato per tutto il Palazzo consente controlli anche da remoto.

Entrata della galleria d’arte

Una app permette di controllare stanze, corridoi, stanze di servizio, per evitare sprechi. La tecnologia Vimar ha permesso di installare un dispositivo centrale per regolare clima e illuminazione. In questo modo, è stato possibile evitare di toccare gli affreschi, evitando danni. [Text Spencer Foil]

palazzo-bontadosi
La caratteristica fondamentale di ogni ambiente è nel far coesistere con naturalezza e gran senso estetico l’antico con il contemporaneo: dal quadro al Pig table di Moooi (2006), dalla lampada Bourgie che Ferruccio Laviani ha disegnato nel 2004 per Kartell. Sulla destra, il sistema Arkè di Vimar