Il format di Architect@Work si conferma una scelta vincente per superare l’emergenza sanitaria Covid-19

architect@work-espositori.jpg
Architect@Work, l’edizione 2018 a Roma

Ora che l’emergenza sanitaria Covid-19 comincia ad essere superata, perlomeno in Europa, si torna a pensare agli eventi in presenza, perlomeno gli eventi a carattere locale, che non richiedono spostamenti di ingenti masse di persone.

Architect@Work, con il suo concept basato sul target nazionale/regionale, parte in vantaggio. Ogni evento, infatti, coinvolge le comunità locali di architetti e interior designer, a cui presenta prodotti e soluzioni, in un format innovativo e flessibile.

Scopri tutto su Architect@Work 2019

architect@work-espositori.jpg

Architect@Work 2020

Le diverse sedi locali che ospitano gli eventi periodici stanno monitorando attentamente la situazione in ogni Paese, per applicare le direttive igienico-sanitarie necessarie, in tutti gli eventi dell’autunno 2020. In osservanza delle linee guida, il team di Architect@Work lavora anche alla ridefinizione dei layout, dove necessario.

Gli eventi futuri confermati in Italia, sono dunque Architect@Work Milano, il 4 e il 5 novembre 2020; Architect@Work Torino, nell’autunno 2021, e Architect@Work Roma, autunno 2022.

Scopri il nuovo calendario delle fiere di arredamento e design 2020/2021

 

I settori merceologici di Architect@Work sono strettamente legati all’architettura, quindi vi sono naturalmente componenti per l’edilizia, tra cui coperture, sistemi di facciata, isolamento e impermeabilizzazione, sistemi di drenaggio. I prodotti in esposizione comprendono inoltre le finiture, come pavimenti, rivestimenti e vernici. Infine, per completare, i serramenti per interni ed esterni, illuminazione fissa, sanitari, impianti di riscaldamento e condizionamento. 

Scopri tutto su Architect@Work 2019