Shadowbox, una casa monocromatica, ha vinto il primo premio nella categoria Interiors Residential agli AZ Awards 2020

Johnson-chou-inc-awards-2020

Lo studio canadese Johnson Chou Inc ha vinto il primo premio nella categoria Interiors: Residential 2020 agli AZ Awards 2020, con il progetto Shadowbox. L’AZ Awards è un concorso internazionale di architettura e design istituito nel 2011 dalla rivista AZURE, che esamina ogni anno migliaia di progetti finiti o ancora da realizzare di professionisti o talenti provenienti da tutto il mondo, premiando poi i migliori in termini di eccellenza e innovazione.

Gli interni monocolore di Shadowbox riproducono luci e ombre di figure statiche e in movimento, che mutano in relazione allo scorrere del tempo

La casa Shadowbox, progettata dallo studio Johnson Chou Inc, si trova a Upper Beaches, in una delle zone più trafficate di Toronto. La particolarità di questa casa è la sua monocromaticità: pavimenti, pareti, ripiani, rivestimenti e mobili sono tutti di colore bianco. Una scelta stilistica che mette in luce, attraverso un gioco continuo di luci e ombre, la forma mutevole delle cose in relazione allo scorrere del tempo. Ogni spazio bianco della casa diventa una tela bianca che proietta figure statiche, di elementi architettonici, e figure in movimento, di elementi naturali, presenti dentro e fuori la casa. Alcune rimangono proiettate per più tempo, altre, invece, mutano di continuo, o scompaiono del tutto, a seconda della loro natura.

Scopri Casa Mi, la villa con vista sul lago di Zurigo, progettata dallo studio Daluz González Architekten

Johnson-Chou-inc-az-awards-2020

Shadowbox, una casa a più dimensioni

Shadowbox è inoltre caratterizzata da spazi in continuo movimento: le persone hanno una percezione diversa dello spazio a seconda dell’ambiente in cui si trovano. I piani su cui sorge la casa sono infatti a singola, doppia e tripla altezza, con ponti e spazi open space che collegano i vari ambienti.

Il seminterrato, a tripla altezza, ospita il soggiorno con la biblioteca, due camere da letto, il bagno e il ripostiglio. L’altezza del soffitto, le lunghe finestre rettangolari e l’open space con la scala che porta al piano superiore, rendono l’ambiente arieggiato e pieno di luce. Al piano terra, in doppia altezza, si trovano invece la cucina con la sala da pranzo e un bagno con pareti e ripiani in marmo. Dalla cucina si accede a un cortile interno dove si trovano un albero di acero giapponese, un spazio dedicato al fuoco, e una piscina. Al piano terra, inoltre, un terrazzo affaccia sul seminterrato, creando un ulteriore elemento di passaggio tra i due ambienti.

Al primo piano, ad altezza singola, si trovano infine le due camere da letto con i rispettivi bagni, collegate l’una all’altra da un ponte che attraversa alto il piano terra. La camera principale ha il bagno integrato, uno spazio open space in cui vasca, doccia, lavabo e sanitari si trasformano in oggetti d’arredo scultorei, separati dal letto matrimoniale da una lunga tenda semi trasparente, da aprire e chiudere a piacere.

Scopri Casa Mi, la villa con vista sul lago di Zurigo, progettata dallo studio Daluz González Architekten

A seguire, altre immagini di Shadowbox, la casa monocolore vincitrice agli AZ Awards 2020