La nuova porta di Lualdi per il 2020 si chiama Ying, ed è un progetto di Steve Leung Design

L’ideogramma cinese 迎, che si legge Yíng, significa “benvenuto”: il designer Steve Leung ha scelto questo nome per la collezione di porte disegnata per Lualdi, come omaggio alla cultura dell’accoglienza, per cui gli italiani sono noti in tutto il mondo. La porta Ying condensa la tradizione artigianale italiana e l’estetica ispirata alla cultura cinese, nella cura dei dettagli di costruzione, e nella scelta dei colori.

porta-lualdi-steve-leung.jpg

Steve Leung, infatti, si è ispirato alla simbologia dei colori delle porte nell’antica Cina. Nella tradizione cinese, infatti, il colore dell’ingresso rappresentava il riconoscimento sociale delle famiglie. Per soddisfare le diverse esigenze di interior design, le porte Ying di Lualdi, dunque, sono disponibili in rosso, il colore della felicità e della fortuna. Oppure in giallo brillante, simbolo della virtù imperiale, o in nero, per chi preferisce un gusto più discreto.

Leggi l’intervista a Steve Leung, “Il design può migliorare il mondo”

porta-lualdi-steve-leung.jpg

La parte superiore delle porte è proposta in vari colori e finiture, per adattarsi ai vari progetti di interior design. Oltre ai diversi colori, ci sono molte finiture: laccato, pelle o varie essenze lignee. La parte inferiore della porta, invece, si ispira a un’antica tecnica cinese di lavorazione del legno, “sǔn mǎo (榫卯)”. La base dell’anta, dunque, ha una superficie con intagli geometrici, ed è sempre in rovere moka. I due laterali, invece, sono in noce canaletto per le ante in legno o laccate, e in finitura metallica color bronzo per i modelli in pelle.

Leggi l’intervista ad Alberto Lualdi, #Designgoeson

porta-lualdi-steve-leung.jpg

Alcune immagini di dettagli della porta Ying di Lualdi