L’azienda romagnola Olivieri, specializzata in arredi per zona notte e giorno, è in una fase di grande espansione internazionale

Presente sul mercato da oltre novant’anni con una produzione di altissimo livello, Olivieri vive una stagione di straordinario slancio. Ne parliamo con Michele Sartini, direttore commerciale e marketing, che dal 2015 opera a stretto contatto con Marco Olivieri ed Enrica Olivieri, rispettivamente direttore generale e amministrativo, per dare vita a un progetto strategico di grande respiro, che è al contempo tecnico e visionario.

Olivieri: una nuova identità che continua la tradizione

Il tuo ingresso in azienda coincide con un momento felice, in cui Oliveri, che fino a poco tempo fa era conosciuta soprattutto per armadi e mobili per la zona notte, entra con prepotenza nella zona giorno e sembra addirittura crescere oltre ogni vostra aspettativa. Su cosa avete puntato?

Michele Sartini: “Il mio ingresso nell’impresa di famiglia, nel 2006, è stato un desiderio di mia madre. Lei mi ha ha spinto a studiare all’estero per due anni, e poi mi ha voluto nel management con un progetto per internazionalizzare il brand. Mentre l’idea di affidarmi la direzione commerciale, e conseguentemente il progetto aziendale, è un’idea di Marco ed Enrica Olivieri. Da quel momento in poi, ho cercato di ascoltare, per approfondire le esigenze dei mercati e trasformarle in potenzialità produttive.”

olivieri-mobili.jpg
La collezione Dress Code, di Olivieri, per arredare l’area living

“Penso che se oggi Olivieri sta attraversando un periodo di forte crescita, sia anche perché siamo riusciti a coniugare nel modo migliore le esigenze di mercato con la struttura produttiva dell’azienda. Olivieri, infatti, è un ibrido tra industria e falegnameria. Probabilmente un’azienda unica nel suo genere, e su queste caratteristiche stiamo portando avanti il nostro progetto di brand.
Si tratta di un percorso iniziato nel 2014, che romanticamente chiamiamo “ritorno alle origini”. Infatti, abbiamo pensato di creare una nuova identità, partendo dalle nostre radici, dalla nostra tradizione di falegnameria: Olivieri è nata nel 1929 grazie al mio bisnonno Gregorio, e poi è cresciuta con suo figlio Tullio, e sua moglie Teresa. Pensiamo dunque che la scelta più giusta sia valorizzare i nostri 91 anni di storia.”

olivieri-mobili.jpg
La collezione Dress Code, di Olivieri, consente di creare pareti complete su misura per arredare la zona living

Il valore della comunicazione

Una parte importante del successo di questi ultimi anni è dovuta alla strategia di comunicazione. “Di recente, abbiamo cominciato a collaborare con lo studio Arkimera e Michelangelo Bonfiglioli, e con loro stiamo sviluppando progetti interessanti, a livello grafico, artistico e strategico. Siamo riusciti a trasmettere loro la passione per il nostro lavoro, e la cura del dettaglio artigianale: in breve il nostro DNA. E i risultati ci stanno premiando.”

Scopri lo stand Olivieri al Salone del Mobile.Milano 2019

E l’importanza della distribuzione

Nel percorso intrapreso per ridefinire l’identità dell’azienda, anche la distribuzione gioca un ruolo fondamentale. “Sul mercato italiano, abbiamo lavorato alla costruzione di una rete di professionisti, che hanno abbracciato la filosofia del brand e lo valorizzano nel modo giusto. Posso dunque dire di essere molto soddisfatto della rete commerciale italiana. Dal mese di febbraio, invece, ci concentreremo sui mercati internazionali, che attualmente rappresentano circa il 50% del nostro fatturato, e hanno ampi margini di crescita.

Scopri la collezione Dress Code di Olivieri

I progetti per il futuro

“Per concludere, penso che Olivieri sia una vera eccellenza italiana, e che abbia grandi potenzialità ancora inespresse. Per il 2021, dunque, investiremo sia su nuovi prodotti, sia sulle strategie di comunicazione e distribuzione, per raggiungere mete sempre più ambiziose.”

La collezione di armadi Fab, di Olivieri