Il 2021 segna per Pedrali uno speciale anniversario: dieci anni della collezione Ara, disegnata da Jorge Pensi

sedia-ara-pedrali.jpg

La sedia Ara, di Jorge Pensi per Pedrali, compie 10 anni. Dieci anni in cui ha arredato numerosi progetti in tutto il mondo. Realizzata in polipropilene caricato con fibra di vetro, è caratterizzata dallo schienale “a maniglia”, per sollevarla e spostarla più facilmente. Dalla texture goffrata, può avere un cuscino di seduta leggermente imbottito. Impilabile, è disponibile in più dimensioni, con o senza braccioli.

Scopri anche Solid Geometry, allestimento di Pedrali per il Salone del Mobile 2017 

sedia-ara-pedrali.jpg
La sedia Ara, di Jorge Pensi Studio per Pedrali, alla rassegna “I maestri del Paesaggio”, Bergamo, 2017

Jorge Pensi, architetto argentino che vive a Barcellona, spiega che: “…Il polipropilene permetteva di realizzare la sedia in un unico pezzo. Poi, pensando che la sedia di solito ha le gambe sotto un tavolo, dunque si nota di più la schiena, abbiamo deciso di fare uno schienale elegante, mettendo in risalto la maniglia, che consente anche di impilarla con facilità.”

sedai-polipropilene.jpg
La sedia Ara, in polipropilene, alla Starfield Library, a Seoul

Molti sono i progetti che hanno scelto la sedia Pedrali nel mondo: dalla Starfield Library di Seoul, al chiostro esterno del Convento della Ripa ad Albino (Bergamo), a vari hotel e ristoranti, tutti di prim’ordine. Le poltrone lounge hanno inoltre vestito le vie di Città Alta a Bergamo, in occasione della kermesse internazionale “I Maestri del Paesaggio”.

sedia-polipropilene.jpg
Sedia Ara, in polipropilene, al Convento di Ripa, ad Albino (Bergamo)