Dal 20 gennaio al 7 aprile, ogni mercoledì, si sono tenuti gli incontri (on line), di architettura, del nuovo format Archispritz. A cura di Silvano Arcamone e Grazia Torre, i 12 incontri webinar a cadenza settimanale hanno coinvolto personaggi illustri dell’architettura contemporanea nazionale e internazionale. Gli ospiti intervistati hanno affrontato temi di rilievo come la rigenerazione urbana, la qualità dell’architettura e dell’ambiente, il ciclo di vita degli immobili, il ruolo dell’intelligenza artificiale. Gli incontri sono stati occasioni per riflettere sul periodo drammatico che stiamo attraversando, e scoprire nuovi modi di vivere gli spazi pubblici e privati, con maggiore qualità e consapevolezza. Il mondo dell’architettura e del design, infatti, mai come in questo periodo, è chiamato a collaborare per disegnare un futuro migliore. Le centinaia di persone che si sono collegate ogni settimana hanno confermato il grande interesse per i temi discussi.

 

A seguire, i video dei webinar; seguite il canale Youtube di Design Diffusion per rivedere tutti i video, e tornate regolarmente, per essere sempre aggiornati

Maria Claudia Clemente e Franco Isidori, dello studio Labics, il 20 gennaio hanno parlato del rapporto tra antico e moderno in architettura

L‘incontro del 27 gennaio, era con Carlo Ratti, dello studio Carlo Ratti Associati, sulla città e il rapporto tra innovazione e umanità

Il 3 febbraio, Teresa Sapey, dello studio Teresa Sapey + Partners, ha parlato di cultura pop nel design

Il 10 febbraio, Manuel Ruisanchez, dello studio Manuel Ruisanchez Architects, ha parlato di architettura e paesaggio

Il 17 febbraio, è stato il turno di Alfonso Femia, dell’Atelier Femia, a proposito di luce e architettura

Il 24 febbraio Salvator John Liotta, dello studio Laps Architecture ha parlato di progettazione bioclimatica

Giorgio Donà, di Stefano Boeri Interiors, il 3 marzo ha parlato di spazi interni e natura

ll 10 marzo, Claudio Lucchesi, di UFO; ha parlato delle mutazioni degli uffici e delle abitazioni in epoca post-Covid

Cherubino Gambardella, dello studio Gambardella Architetti, il 17 marzo ha parlato di allestimenti e installazioni in architettura

Il 24 marzo Toti Semerano, del Laboratorio di Architettura, ha parlato dell’architettura come arte laboratoriale

Il 31 marzo Federico Florena, di Tiar Studio, ha presentato il suo approccio progettuale multidisciplinare e integrato, per nuove sfide progettuali

L’ultimo incontro del primo ciclo di The Archispritz, il 7 aprile, ha ospitato Guendalina Salimei, di Tstudio, che ha parlato di inclusione e sostenibilità in architettura