David Chipperfield Architects Berlin firma il progetto di ampliamento della Kunsthaus Zürich

david-chipperfield-architects

L’ala nuova della Kunsthaus Zürich sorge a Zurigo, nella Heimplatz, sul lato opposto dello storico edificio del 1910 di Karl Moser. Un passaggio sotterraneo che attraversa la piazza collega i due edifici e il Teatro Schauspielhaus, creando così un “gateway to the arts”.

Scopri anche il National Museum of Qatar, di Ateliers Jean Nouvel

Il progetto di ampliamento dello studio David Chipperfield Architects svolge un ruolo fondamentale nell’urbanistica della città. Il nuovo edificio, infatti, collega il lato sud della piazza  con il nuovo Giardino d’Arte a nord, progettato da Wirtz International Landscape Architects.

Sottili alette verticali, in pietra calcarea, scandiscono il ritmo dell’involucro esterno dell’edificio, e conferiscono profondità e tridimensionalità alle pareti. Tutte le facciate sono realizzate con le stesse pietre naturali locali, utilizzate sia negli edifici storici della zona sia nella costruzione già esistente della Kunsthaus Zürich. Gli edifici creano così legami con il passato e con le tradizioni culturali della città di Zurigo.

Scopri anche l’UCCA Dune Art Museum, nel nord della Cina

Fulcro del progetto di David Chipperfield Architects è l’ampio atrio centrale al piano terra. Una grande scala aperta distribuisce le aree espositive dei due piani superiori e svolge una funzione di collegamento tra l’edificio e la città. Al piano terreno si trovano infatti le aree pubbliche come il bar-caffetteria, le sale eventi, il bookshop, i servizi e gli ambienti dedicati all’educazione museale. I due livelli superiori, invece, ospitano la collezione permanente classica e moderna, la collezione Bührle, le mostre temporanee e una collezione d’arte contemporanea a partire dagli anni ’60.

[Text: Arianna Callocchia Foto: Kunsthaus Zürich, David Chipperfield Architects Berlin, Noshe]