Venice Design Biennial 2021: Design As Self-Portrait

In circostanze diverse, la terza edizione della Venice Design Biennial sarebbe stata la continuazione delle due edizioni precedenti. Ma non si può ignorare che ci sia stato il 2020, dunque l’edizione 2021 della Venice Design Biennale, a Venezia, in presenza fino al 27 giugno, è un’occasione per parlare del ruolo del design nella definizione della realtà.

venice-design-biennale.jpg
Venice Design Biennial 2021 – SPARC – Foto Federico Floriani

La Venice Design Biennial 2021 presenta 5 mostre principali, distribuite in sedi monumentali e iconiche della città. Il tema delle 5 mostre principali dell’edizione 2021, a cura di Luca Berta e Francesca Giubilei,  è Design As Self Portrait. L’idea è di indagare ciò che il design rappresenta per noi, come individui, e come, al tempo stesso, il design ci rappresenta, attraverso oggetti, spazi, esperienze.

Scopri anche la Biennale di Architettura 2021

venice-design-biennale.jpg
Venice Design Biennial 2021 – SPUMA – Foto Federico Floriani

L’identità diventa dunque un oggetto di design. Per elaborare la propria identità, ognuno può ricorrere a ciò che sceglie di associare al proprio corpo e alla propria esperienza: oggetti, indumenti, spazi fisici, spazi virtuali. Siamo tutti “curatori” del nostro sé, self-designer che si esprimono nelle scelte di consumo, e nel modo in cui comunichiamo queste scelte agli altri.

Design a Self-Portrait

La mostra collettiva Design As Self-Portrait presenta le opere di oltre 20 designer internazionali tra due sedi espositive: SPARC* – Spazio Arte Contemporanea, in Campo Santo Stefano, e SPUMA – Space for the Arts, alla Giudecca. In questo contesto, il designer ceco Tadeas Podracky, vincitore della prima edizione della Venice Design Biennial Residency 2020, espone la sua nuova serie di opere, Fading Reflection, una serie di specchi che derivano dalla collaborazione con gli artigiani locali Ongaro e Fuga Specchi Veneziani.

Venice Design Biennial 2021 – SPUMA- Foto Federico Floriani

Past Forward. Designers from the land of Venice

La mostra Past Forward. Designers from the land of Venice, a cura di Luca Berta e Francesca Giubilei, accosta i lavori dei designer che vivono e lavorano oggi a Venezia e nel suo territorio, ai capolavori dell’arte antica custoditi al Museo Archeologico Nazionale. Organizzata in collaborazione con la Direzione Regionale Musei Veneto – Ministero della Cultura, la mostra affianca vasi contemporanei a vasi di duemila anni fa, sculture in poliuretano a opere di statuaria classica, lampade in vetro soffiato o acciaio armonico a busti e monete antiche.

Scopri anche Nomad Venice 2019

venice-design-biennial.jpg
Past Forward. Designers from the land of Venice, Museo Archeologico. Foto: Federico Floriani

Pretziada. A Self-Portrait in Design, è il progetto espositivo a cura del duo Pretziada, ospitato nell’antico Oratorio dei Crociferi. Una capsule collection di pezzi elaborati e realizzati da creatici internazionali, in collaborazione con laboratori sardi. Le opere di Palma il Giovane fanno da cornice ad alcuni pezzi inediti, caratterizzati da semplicità nelle forme e ricchezza dei dettagli.

Venice Design Biennial
fino al 27 giugno 2021 

Per info: Venice Design Biennial.org

venice-design-biennial.jpg
Mostra del duo Pretziada, all’Oratorio dei Crociferi. Foto: Federico Floriani