Il debutto di Alpha District tra grattacieli, torri e nuove piazze

Il nuovo quartiere City Life di Milano è una grande area che ha preso il posto della vecchia Fiera Campionaria; delle costruzioni preesistenti, sono rimasti il Palazzo delle Scintille, i tre padiglioni di Fieramilano al Portello, e poco altro. Tra le torri progettate da Daniel Libeskind, e i nuovi grattacieli, il quartiere cerca di costruire la propria identità, e approfitta del Fuorisalone per creare un percorso espositivo, con epicentro in Piazza Gino Valle.

fuorisalone-alpha-district.jpg
Piazza Gino Valle, al centro del nuovo quartiere

Alpha District è un progetto di marketing territoriale a cura di FORO Studio, con il patrocinio del Comune di Milano, Automobile Club Milano, Osservatorio per il paesaggio Monte Stella Milano e AC Milan – Associazione Calcio Milan.
Non solo Alpha District è un debutto nel Fuorisalone, di fatto si tratta di una presentazione ufficiale di un’area di Milano completata in tempi davvero recenti. Infatti, tutto il quartiere diventerà uno spazio spazio espositivo a cielo aperto, con molte installazioni open air, visitabili liberamente, a qualsiasi ora.

Alpha District: le Cattedrali

In Piazza Gino Valle, le Cattedrali, pop-up espositivi, ospiteranno brand, collettive di creativi vari, e singoli designer. Il concept ricrea delle mini-architetture con forme e dimensioni differenti, ispirate alle Piazze Italiane di Giorgio De Chirico. Alcune Cattedrali ospiteranno designer singoli, tra cui Antonio Aricò, AVA Wolff, Chendù, Duccio Maria Gambi, Gumdesign e Serena Confalonieri. Una delle mini-architetture sarà invece a cura del portale MONOMIO. La collettiva MONOMIO ha l’obiettivo di creare un ponte tra artigianato, design e produzione consapevole, sottolineando l’unicità dei progetti nazionali e internazionali. I prodotti in esposizione saranno disponibili in tirature limitate in esclusiva sul sito.

Scopri il programma di DDN HUB 2021

fuorisalone-alpha-district.jpg

Hysteria: il design per i temi più complessi

Il progetto Hysteria tratta temi sociali e di attualità, con ironia e leggerezza. Il design esplora dunque un aspetto della vita che riguarda la vita di tutti i giorni, ma che raramente viene considerato argomento di progetto: la sessualità. Il punto di partenza è l’isteria, una condizione femminile che ha condotto alla nascita del vibratore, brevettato dal dottor Mortimer Granville. Valentina Cerra + Chiara Corbani; Chendù; Luca Cremona; Lorenzo Fabietti + Pietro Sganzerla; Lorenzo e Simona Perrone; Nicole Muroni; Miguel Reguero; Testatonda; Trepunti hanno creato diversi progetti, ognuno a partire da uno specifico sex toy. I designer saranno dunque i protagonisti di un allestimento che mescolerà arte e design, lasciando allo spettatore l’interpretazione del messaggio. Hysteria è stato realizzato insieme a The Zen Agency, promotore dell’iniziativa; e a Magic America, sexy e-shop e sponsor tecnico.

fuorisalone-alpha-district.jpg

Out Door: il design visto dai bambini durante il lockdown

L’allestimento del progetto Out Door prevede una serie di porte colorate, che conducono a una serie di oggetti realizzati dagli alunni della Scuola Elementare di via IV Novembre di Parabiago, durante il lockdown di marzo-aprile 2020. Le porte colorate custodiscono le creazioni dei bambini, mettendo in scena le emozioni e le sensazioni che i bambini hanno vissuto, attraverso oggetti di uso quotidiano.

Scopri il libro sulla Storia del Fuorisalone

Altre Iniziative del distretto

Le iniziative previste da Alpha District per il Fuorisalone di settembre coinvolgeranno anche il mondo dell’arte con Le Strade dell’Arte, Kundalini e Tape #04 – On wave; il cosmo con il progetto Specula; il food con Larmandino.

Le Strade dell’Arte si concretizzerà come una mostra fotografica presso il Tennis Club Milano Bonacossa, aperto a creativi e artisti con la curatela di Looking for Art, per promuovere giovani e giovanissimi talenti. Un’occasione per vedere da vicino la Club House, un’architettura di Giovanni Muzio del 1923.

Scopri tutti gli eventi Fuorisalone 2021

Club House del Club Tennis Bonacossa, progetto di Giovanni Muzio, 1923