DDN HUB 2021: oltre 25 mila visitatori all’appuntamento con il Fuorisalone 2021

Il Fuorisalone 2021 ha rinnovato l’appuntamento con DDN HUB, l’evento organizzato da DDW Design Diffusion World. L’edizione 2021, che si è tenuta in Piazza del Cannone, all’interno del Castello Sforzesco, ha accolto oltre 25 mila visitatori, tra addetti ai lavori e appassionati di design, in un percorso di oltre 2.000 mq.
Le numerose installazioni raccontavano la relazione tra l’uomo e l’ambiente che lo circonda.

fuorisalone-ddn.jpg
DDN HUB 2021: in primo piano, Francesca Russo. Foto: Alain Ognibene

Archetype, un progetto di VGA Architecs per A.A.T.C., era un’architettura marmorea apparentemente monolitica, che celava una struttura modulare. Un blocco di Grolla di Chiampo allo stato grezzo, lavorato su alcune facce, permetteva un’interazione visiva, tattile, uditiva tra i visitatori e il materiale.

fuorisalone-ddn.jpg
Archetype, di VGA Architects per AATC. Foto: Alain Ognibene

Spatium, invece, ha proposto un nuovo concetto di ospitalità e benessere, e un nuovo modo di vivere gli spazi all’aperto: il comfort con forza espressiva e personalità modulabile.

fuorisalone-ddn.jpg
Piscine Spatium, foto Alain Ognibene

Infine, l’arredo urbano di HWstyle, in collaborazione con lo studio di architettura Progetto CMR, permette il dialogo tra i materiali naturali e il verde.

La serra La Fenice, il cuore di DDN HUB

Cuore dell’evento, come di consueto, la serra La Fenice, che ha ospitato 15 talk, con oltre 45 relatori. Gli incontri sono stati l’occasione per approfondire, insieme al pubblico uditore, temi legati al design, all’architettura, all’ospitalità e alla sostenibilità.


Tra gli appuntamenti e gli argomenti trattati, sport, design e sostenibilità; lusso gentile tra architettura e ospitalità; il lancio ufficiale del primo libro sulla Storia del Fuorisalone di Milano, editato da DDW Design Diffusion World.

Scopri il libro sulla Storia del Fuorisalone di Milano e scarica un estratto

Inoltre, MGI Group ha parlato di marmo e progetto, raccontando il percorso del materiale dalla cava, dalla sua estrazione, alla sua applicazione a progetti italiani e internazionali; tra i temi dei vari incontri, anche il dialogo tra Italia e Cina, e l’economia circolare, in collaborazione con Tondo.

Piazza del Cannone, inoltre, ha ospitato importanti chef stellati, tra cui: Eugenio Boer, Enrico Delfingher, Gianni Tarabini, Viviana Varese, Silvia Baracchi e Paolo Gramaglia, a dimostrazione che il design è tutto ciò che è progetto, anche nel mondo del food.

Scopri il programma completo di DDN HUB 2021 

A seguire, altre immagini dell’evento DDN HUb 2021, con foto di Alain Ognibene, Davide Bonaiti, Elena Di Vincenzo