A Montreal nasce Humaniti, una nuova architettura sostenibile per la collettività

hotel-humaniti-montreal.jpg
Humaniti, la città verticale di Montreal. Foto di Adrien Williams

A Montreal, tra il Quartier des shows e l’Old Montreal, in una delle zone più effervescenti e frequentate della città, sorge Humaniti, un complesso dalle molteplici funzioni progettato dallo studio di architettura Lemay. L’edificio, il più alto della città, ospita infatti unità abitative, ristoranti, negozi, un hotel e diverse aree che favoriscono la socializzazione sia all’interno che all’esterno della struttura.

hotel-humaniti-montreal.jpg

Hotel Humaniti Montreal, Marriott Autograph Collection

Il volume a forma di H di Humaniti offre una visuale diretta e costante tra le diverse aree dell’edificio. Un lato della struttura è composto da una torre di 39 piani, che ricorda per la forma sottile il Flat Building di New York, affiancata da una torre più piccola. L’altro lato, invece, si compone di un edificio dalle dimensioni più ridotte, che ospita su 11 piani l’Hotel Marriott Autograph Collection.

hotel-humaniti-montreal.jpg

Le due torri sono collegate all’hotel tramite una struttura vetrata che sembra fluttuare nell’aria. Al centro del complesso si trova un’area esterna, un luogo di incontro e di svago per gli abitanti della città. La piazza Jean-Paul Riopelle, è stata intitolata in onore dell’omonimo pittore e scultore canadese.

hotel-marriott-montreal.jpg
Hotel Humaniti, Marriott Autograph Collection, Montreal

Il concept di Humaniti è particolarmente legato al tema della natura e della sostenibilità. La struttura dell’edificio, infatti, ricorda volutamente quella di un’arnia, mentre le aree comuni esterne delle unità abitative, alle quali possono accedere solo i loro abitanti, ricordano degli alveari. La posizione sfalsata di questi balconi prefabbricati favorisce la penetrazione della luce naturale all’interno delle unità abitative, mentre la facciata a vetro dell’edificio, offre una vista panoramica continua verso l’esterno.

L’hotel Marriot Autograph Collection unisce l’arte al design

All’interno del complesso residenziale e pubblico Humaniti, si trova il Marriot Autograph Collection Hotel. Gli interni dell’hotel, curati dallo studio Lemay+ Escobar, studio con sede a NYC e Montreal, sono un concentrato eccentrico di forme e colori.

Leggi anche Il Museo della Scienza Biodome a Montreal

hotel-marriott-montreal.jpg
Hotel Humaniti, Marriott Autograph Collection, Montreal

Sculture e opere d’arte arredano gli spazi interni, tra sistemi d’arredo funzionali ed eleganti oggetti di design. Il fil rouge che lega ogni area dell’hotel è quello dell’uomo in relazione con la geometria e la natura. Nella hall, per esempio, si trova un lampadario a forma di filamento di DNA.

hotel-marriott-montreal.jpg
Hotel Humaniti, Marriott Autograph Collection, Montreal

I pavimenti, invece, sono tutti decorati con fantasie geometriche, così come la moquette e le piastrelle dei bagni in ogni camera. Sia le aree comuni che le stanze dell’hotel sono arricchite da opere d’arte e sculture che donano fascino e dinamismo agli ambienti. Nelle stanze i colori che prevalgono sono quelli del giallo e del verde acqua. Due diverse tonalità di colori che, in equilibrio e in armonia tra loro, generano negli ospiti una piacevole sensazione di pace e di spensieratezza.