Lo Studio OOS AG ha progettato “Reflections”, il Padiglione multisensoriale della Svizzera a Expo 2020 Dubai

expo-2020-dubai-svizzera.jpg

“Reflections”, è il tema del Padiglione della Svizzera a Expo 2020 Dubai. Il progetto, a cura dello studio svizzero OOS AG, invita a scoprire la Svizzera attraverso immagini, suoni e installazioni interattive. L’obiettivo è di offrire ai visitatori un’esperienza spaziale emozionale e multisensoriale.

Il Padiglione svizzero si ispira alle tende degli accampamenti temporanei dei beduini nel deserto; l’architettura diventa così una cerniera tra la tradizione del passato e l’innovazione del futuro. La facciata anteriore del Padiglione è costruita come uno specchio a forma di imbuto; la superficie riflettente attira l’attenzione dei visitatori.

expo-2020-dubai-svizzera.jpg

Una visita in tre atti

Il percorso espositivo è diviso in tre atti, tre momenti in cui il visitatore è invitato a scoprire la Svizzera, con le sue tradizioni, la sua cultura, il suo legame con la natura. Oltre alle tradizioni e alla natura, il Padiglione svizzero esprime l’impegno per un futuro sostenibile, attraverso la tecnologia, l’innovazione e la scienza.

Il primo atto della visita è l’ingresso; le persone in coda si riflettono sulla facciata riflettente e la modificano, creando così una parete interattiva, che scompare al momento dell’ingresso nel padiglione.

Scopri anche il Padiglione Italia a Expo 2020 Dubai

Leggi anche il Padiglione della Gran Bretagna a Expo 2020 Dubai

Scopri anche il Padiglione della Finlandia a Expo 2020 Dubai

expo-2020-dubai-svizzera.jpg

Con il secondo atto, nel padiglione va in scena l’aspetto “Unique experience of nature”. Qui il visitatore cammina in salita attraverso una fitta nebbia, fino ad arrivare in vetta, dove si svela la vista sorprendente di un panorama alpino mozzafiato.

Dopo la natura, ovvero l’immagine tradizionalmente associata alla Svizzera, la visita al Padiglione si conclude con il terzo atto, “Urban and innovative environment”. Qui la Svizzera si presenta sia come un laboratorio dedicato all’innovazione che come una vetrina delle innovazioni nel design, nella tecnologia e nella scienza.

Una delle maggiori sfide che lo studio OOS AG ha dovuto affrontare nel progetto del Padiglione della Svizzera è stata quella dell’elevato numero di visitatori previsti a Expo e delle diverse esigenze degli ospiti internazionali. Lo studio svizzero ha risposto a queste sfide con un design innovativo e dedicato all’utente, adeguando il progetto architettonico del Padiglione alla diversità geografica e culturale dei visitatori sia sul piano funzionale, che su quello emozionale. [Txt: Arianna Callocchia/Foto: Jon Wallis e Presence Switzerland]

Scopri anche il Padiglione Italia a Expo 2020 Dubai

Leggi anche il Padiglione della Gran Bretagna a Expo 2020 Dubai

Scopri anche il Padiglione della Finlandia a Expo 2020 Dubai

expo-2020-dubai