Lo studio canadese Yabu Pushelberg ha progettato l’hotel The Londoner, nel distretto dei teatri di Londra

The Londoner, l’hotel progettato da Yabu Pushelberg, si trova a Londra, in Leicester Street. Il volume che occupa si estende per 30 metri fuori terra e 32 sotto terra; è un espediente necessario per avere molto spazio in una zona tutelata, ricca di edifici storici. Nella lobby, la reception è volutamente nascosta; nell’ampio ambiente è stato ritagliato uno spazio apposito, per effettuare il check-in in remoto da smartphone.

Nicchie che accolgono vari oggetti si susseguono nel percorso, per raccontare la città. Sull’isola del check-in si trova una scultura, opera dell’artista Andrew Rae, a forma di luna dai riflessi metallici, che colpisce per maestosità. Il bar della hall, concepito come un contenitore di racconti, accoglie gli ospiti su un palcoscenico con tanto di sipario pronto ad aprirsi, e un’illuminazione fioca pronta a sorprendere, un richiamo ai teatri che popolano la zona circostante.

Di fronte al check-in, è situato il ristorante Whitcomb’s, con due buffet che cambiano colore a seconda che si tratti di colazione, pranzo o cena. Oltre il bar, una scala conduce al piano terra, in una zona dedicata agli eventi; qui, un lampadario disegnato per Lasvit da Yabu Pushelberg campeggia, sorprendendo gli ospiti.

Scopri le collezioni di Yabu Pushelberg per Lasvit

Si prosegue per la sala da ballo, la Grand Ballroom e, scendendo di un piano, si accede alle sale riunioni, con tavoli rivestiti in pelle e comode sedie. The Retreat, l’area spa, ospita una piscina, un centro benessere, una palestra e un juice bar.

Gli ascensori, collocati fuori dalla hall, portano i visitatori ai diversi piani con corridoi dipinti da colori vividi e, da qui, nelle camere. Materiali e cromie minimal che caratterizzano lo stile londinese riempiono tutte le stanze. Gli ambienti, con boiserie in legno impiallacciato e arredi morbidi, dialogano in un’atmosfera rilassante ed elegante. [Foto: Henry Bourne]